Sei in:

Al via il fondo pensione complementare della Sanità

Al via anche per i lavoratori della sanità pubblica e degli enti locali il fondo pensione complementare di categoria. A dare l’ok la Commissione di vigilanza sui fondi pensione (Covip)

Così il funzionamento: Perseo – questo è il nome del fondo che interesserà circa 1,2 milioni di lavoratori pubblici – prevede un contributo a carico delle amministrazioni pari all’1% della retribuzione utile per il calcolo del trattamento di fine rapporto (Tfr), al quale si aggiunge un contributo minimo di pari importo a carico del lavoratore, che può, se vuole, corrispondere un versamento aggiuntivo.

Oltre a tali importi, è prevista la destinazione al Fondo pensione del Tfr e, per i lavoratori già in servizio al primo gennaio 2001, di una ulteriore quota figurativa pari all’1,5% del contributo di riferimento per il calcolo dell’indennità del premio di servizio (Ips). Con riguardo al Tfr, i lavoratori assunti dal primo gennaio 2001 verseranno l’intera quota maturata nell’anno, mentre quelli assunti precedentemente dovranno versare il 2% della retribuzione utile al calcolo del Tfr. Perseo potrà raccogliere le adesioni anche di dipendenti di case di cura private e del personale di strutture ospedaliere gestite da enti religiosi e di imprese private che offrono servizi socio sanitari. Gli aderenti possono iscrivere al fondo pensione anche i familiari fiscalmente a carico.

DoctorNews – 25 novembre 2011

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top