Breaking news

Sei in:

Allerta. Mercurio in numerosi lotti di pesce spada, istamina in filetti di tonno e solfiti in uvetta dal Cile. Ritirati dal mercato europeo 67 prodotti

Valeria Nardi. Nella settimana n°44 del 2015 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) sono state 67 (20 quelle inviate dal Ministero della salute italiano). 

L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia oggetto di allerta comprende sei casi: mercurio in due lotti di pesce spada fresco (Xiphias gladius) dalla Spagna; istamina in filetti di tonno pinna gialla (Thunnus albacares), senza pelle e congelati dalla Spagna; presenza di tossina di Shiga, prodotta dal gruppo Escherichia coli, in mezzene di bovini provenienti dalla Polonia; mercurio in pesce spada congelato (Xiphias gladius) dal Portogallo, attraverso la Spagna; mercurio in lombi surgelati di pesce spada (Xiphias gladius) dalla Spagna.

Nella lista delle informative sui prodotti diffusi in Italia che non implicano un intervento urgente troviamo: mercurio pesce spada fresco (Xiphias gladius) dalla Spagna; filetti di tonno scongelati dalla Corea del Sud sospettati di aver causato intossicazione alimentare; alto contenuto di piombo in carni di manzo refrigerate dalla Polonia; nuovo ingrediente alimentare (agmatina solfato) in integratore alimentare non autorizzato, dalla Polonia, con materie prime provenienti dalla Cina.

Tra i lotti respinti alle frontiere od oggetto di informazione, l’Italia segnala: contenuto di solfiti troppo alto in uvetta dal Cile; migrazione di cromo e di nichel da oggetti da cucina in acciaio provenienti dalla Cina; aflatossine in fichi secchi biologici provenienti dalla Turchia; vermicelli di riso con ingredienti geneticamente modificati (CRYI) non autorizzati provenienti dalla Cina; etichettatura insufficiente (assenza del bollo sanitario e del paese di origine) per due lotti di merluzzo d’Alaska congelato (Theragra chalcogramma) dalla Cina; aflatossine in due lotti di fichi secchi provenienti dalla Turchia; sostanza non autorizzata (triclorfon) in fagioli bianchi dalla Nigeria; aflatossine in pistacchi con guscio dagli Stati Uniti; migrazione di manganese da frullatore a immersione cinese.

Questa settimana tra le esportazioni italiane in altri Paesi che sono state ritirate dal mercato, la Lettonia segnala una migrazione di olio di soia epossidato (ESBO) da coperchi per barattoli, via Polonia; Malta lancia un’allerta per mercurio in tonno congelato (Thunnus obesus); la Slovenia segnala un’allerta per aflatossine in pistacchi tostati salati dall’Iran, confezionati in Italia.

Il Fatto alimentare – 4 novembre 2015 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top