Breaking news

Sei in:

Apicoltura, novità in arrivo per gli spostamenti degli alveari. Dal 27 settembre sarà attiva la modalità di segnalazione automatica delle movimentazioni e sarà obbligatorio indicare la destinazione prima 

Ci sono novità burocratiche in arrivo per lo spostamento degli alveari. Dal 27 settembre sarà attiva la funzionalità di registrazione automatica delle movimentazioni di alveari nella Banca Dati Nazionale (Bdn) dell’Anagrafe apistica.

A comunicarlo è stata la Direzione generale della sanità animale e dei farmaci veterinari del Ministero della Salute con una nota inviata alle autorità veterinarie locali e alle associazioni di categoria.

La registrazione automatica avverrà dopo la compilazione del documento di accompagnamento, che sarà disponibile sul portale dell’Anagrafe apistica stessa dove dovrà essere indicato il luogo di destinazione degli alveari che si devono spostare.

In pratica l’apicoltore, o un suo delegato, dovrà compilare sul portale il documento di accompagnamento, noto anche come modello C, prima dello spostamento, indicando gli alveari da spostare e dove saranno spostati.

La compilazione del documento di accompagnamento dovrà essere fatta per qualsiasi tipo di spostamento. Quindi non solo per l’attività di nomadismo, ma anche per altri tipi di spostamenti tra apiari della stessa azienda (formazione di nuclei, spostamenti per fecondazioni o invernamento, ecc…) o per la cessione e vendita di alveari.

La destinazione degli alveari dovrà essere un apiario identificato dal codice aziendale assegnato e  dal numero progressivo, così come registrato in Bdn.

Nel caso che lo spostamento venga fatto per un servizio di impollinazione presso l’appezzamento di un agricoltore – che in quanto non possessore di api non è tenuto ad avere un apiario registrato nella Bdn dell’Anagrafe apistica – si dovrà indicare la denominazione, il codice fiscale e il comune dell’azienda agricola e si dovrà indicare se gli alveari portati sono “a perdere” (come nel caso delle arniette in cartone con famiglie orfane) o sono da recuperare.

L’avvenuto spostamento può essere registrato direttamente dall’apicoltore o da un suo delegato in Bdn entro 7 giorni dalla data di movimentazione scritta nel documento di accompagnamento. Nel caso non venga fatto, trascorsi i 7 giorni il sistema registrerà in automatico lo spostamento.

Se invece lo spostamento non verrà effettuato, il documento di accompagnamento dovrà essere annullato entro 7 giorni dalla data della movimentazione, altrimenti lo spostamento verrà registrato in automatico.

Tutte le informazioni tecniche sono disponibili sul portale www.vetinfo.it e sarà come sempre possibile chiedere maggiori dettagli sia per mail all’indirizzo csn@vetinfo.it che tramite il numero verde 800 08 22 80.

Questa nuova modalità di comunicazione preventiva dello spostamento e l’obbligo di indicazione della destinazione potrà sembrare una complicazione burocratica aggiuntiva, e sicuramente lo sarà i primi tempi, ma potrebbe diventare uno strumento utile per il contrasto dei furti di alveari.

Infatti, per quanto non sia espressamente scritto nella nota del Ministero, nel caso si trovino in apiario o su di un mezzo di trasporto alveari per i quali non risulta nessun documento di accompagnamento, sarà più facile per i veterinari pubblici o per le forze dell’ordine chiedere di attivare indagini per furto di animali.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top