Sei in:

Aviaria Cina: salgono a 33 morti, 130 le persone infettate

Nuova vittima per l’influenza aviaria del ceppo H7N9 a Shanghai. Secondo quanto riferisce l’Agenzia Nuova Cina, una donna di 83 anni è deceduta ieri nella capitale economica cinese portando a 33 il numero totale delle vittime in tutto il paese.

Secondo l’ultimo aggiornamento a Shanghai ci sono stati 33 casi confermati, di cui 4 sono in cura in ospedale, 15 sono guariti e 14 sono deceduti. Il totale delle persone infettate in Cina è arrivato a 130

Il virus H7N9 è improvvisamente apparso sul radar delle malattie infettive lo scorso primo aprile, quando l’Organizzazione mondiale della Sanità ha reso noto che la Cina aveva individuato tre persone infettate con una nuova forma di influenza aviaria. Da allora le vittime colpite dal virus sono sempre più in aumento e l’H7N9 si è diffuso dalla più grande megalopoli cinese, Shanghai, a diverse province limitrofe fino alla capitale Pechino, 950 chilometri più a nord. I casi, purtroppo, si sono moltiplicati a un ritmo sorprendente: le infezioni da H7N9 hanno già superato il numero totale di casi di influenza aviaria H5N1 registrati lo scorso anno in tutti i paesi colpiti.

L’organizzazione Mondiale della Sanita’ ha chiesto agli Stati di aumentare l’attenzione nei confronti del coronavirus responsabile della cosiddetta ‘nuova Sars’. Il virus che si e’ diffuso negli Emirati Arabi, finora ha contagiato oltre 30 persone e causato circa 20 vittime, e’ stato registrato anche in Europa. In Francia e’ stato confermato un secondo contagio, mentre negli Emirati Arabi si sono registrati due nuovi decessi.

Leggi anche Casi di nuova Sars anche in Europa. L’Oms: alzare il livello di attenzione

Ansa – 12 maggio 2013

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top