Breaking news

Sei in:

Bilancio Ue, confermati gli impegni per il settore agricolo. Evitati i tagli proposti dal Consiglio

Accordo sul budget europeo 2014 e agricoltura: raggiunta l’intesa su 142,6 miliardi per i finanziamenti e pagamenti a 135,5 miliardi.

A poche settimane dalla fine dell’anno, i governi nazionali e l’Europarlamento sono riusciti a concludere un accordo sul bilancio europeo per il 2014. L’intesa, raggiunta nella notte di lunedì 11 novembre, sblocca anche il braccio di ferro tra le istituzioni sulle risorse per i prossimi sette anni (budget 2014-2020). Nessun taglio per gli impegni presi nel settore agricolo.

Bilancio Ue 2014: c’è l’accordo, ma si riduce del 9% rispetto a un anno fa

Dopo mesi di stallo e trattative inconcludenti, le due istituzioni hanno finalmente trovato l’intesa su 142,6 miliardi per quanto riguarda gliimpegni di spesa, mentre i pagamenti ammonteranno a 135,5 miliardi. La prima cifra indica la somma che le istituzioni si impegnano a pagare; la seconda quella dei pagamenti effettivi nel 2014, ovvero delle fatture che saranno saldate nel corso dell’anno.

La differenza, di fatto, viene rimandata all’anno successivo, in un’operazione che negli ultimi anni è diventata ormai una consuetudine.

Sia per gli impegni che per i pagamenti, il budget risulta ridotto del 9% circa rispetto all’anno precedente. Il Parlamento europeo è riuscito comunque a strappare mezzo miliardo di impegni in più e 1 miliardo e mezzo di pagamenti ulteriori rispetto a quanto aveva proposto il Consiglio, fautore dei tagli al bilancio.

L’accordo politico sarà siglato formalmente il 19 novembre nel Consiglio Affari generali e il giorno successivo dall’Europarlamento riunito in sessione plenaria a Strasburgo.

Confermati gli impegni per il settore agricolo

Il settore agricolo è uscito indenne dal negoziato: gli impegni di spesa per gli aiuti diretti ai produttori e le altre misure legate alla produzione agricola ammonteranno a 43,77 miliardi di euro. Ci sono poi i 13,99miliardi dedicati alle politiche di sviluppo rurale.

“Siamo riusciti a salvaguardare il bilancio della Politica agricola comune (Pac) – ha commentato Giovanni La Via, relatore per il Parlamento del bilancio Ue del 2013 e tra i relatori della riforma della Pac – evitando i tagli proposti dal Consiglio”.

Per l’agricoltura, infatti, i finanziamenti sono stati mantenuti sul livello che era stato proposto dalla Commissione europea, evitando le sforbiciate che avrebbe voluto apportare il Consiglio.

È stata prevista, invece, una diminuzione per quanto riguarda ipagamenti, ridotti a 11,61 miliardi, con la conseguenza che le fatture che resteranno da pagare saranno saldate l’anno successivo.

Infine, si è deciso di incrementare il finanziamento del programma d’aiuto per indigenti con circa 135 milioni di euro provenienti dal fondo sociale europeo.

Agronotizie – 15 novembre 2013 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top