Breaking news

Sei in:

Caccia: Tar Veneto respinge ricorso contro calendario venatorio 2012-2013

Il Tar del Veneto ha respinto il ricorso a suo tempo presentato da una serie di associazioni ambientaliste contro il calendario venatorio 2012-2013 emanato dalla Regione del Veneto.

Ne dà notizia l’assessore regionale alla caccia Daniele Stival, che ha ricevuto oggi la relativa ordinanza emessa dai giudici amministrativi.

“Sulla base delle motivazioni dell’ordinanza è una vittoria netta e inequivocabile – sottolinea Stival – che dimostra ancora una volta la serietà e l’attenzione alle normative vigenti con le quali la Giunta regionale ha adottato gli atti. Dedico questo obiettivo raggiunto – aggiunge Stival – alle migliaia di appassionati veneti ai quali abbiamo sempre voluto garantire il diritto ad esercitare, nel rispetto delle norme e dell’ambiente, una passione che fa parte della tradizione di questa regione fino a diventarne anche una caratteristica identitaria”.

Nel merito delle motivazioni espresse dai giudici nella loro ordinanza, Stival tiene a sottolineare la parte nella quale si indica che “l’apparato motivazionale del provvedimento impugnato, con riguardo alle ragioni di ordine ambientale, faunistico e biologico relative al “contesto locale” giustificatrici del mancato recepimento delle indicazioni contenute nel parere ISPRA, appare rispondente, anche in considerazione delle integrazioni adottate nella seduta dell’11 ottobre 2012, a criteri di logica e di pertinenza non censurabile sotto alcuno dei profili dedotti con il ricorso”.

“A ciò – fa ancora notare Stival – si aggiunge come il Tar riconosca corretta la scelta della Regione di non richiedere un ulteriore parere dell’Ispra, chiarendo sotto ogni punto di vista che la guida fornita dall’Ispra stesso per la compilazione dei calendari, come anche le classificazioni secondo il sistema Special of European Conservation Concern, non abbiano valore normativo e quindi non possano essere utilizzate per valutare la legittimità di un provvedimento”.

“Ringrazio i giudici del Tar Veneto – conclude Stival – per l’attenzione e l’equilibrio sempre posti nel valutare i numerosi ricorsi loro presentati. Credo che con un po’ più di ragionevolezza, pur nel rispetto delle posizioni e convinzioni di ognuno, si sarebbero potute evitare montagne di scartoffie e ingenti spese”.

fonte: Regione Veneto – 1 dicembre 2012

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top