Breaking news

Sei in:

Cassazione. Professionisti, non si può ritoccare preventivo

La Cassazione censura la «riserva mentale» dell’architetto che, a opera compiuta, fa lievitare la parcella giudicando non più adeguato al lavoro svolto il compenso concordato.

 La Corte si schiera nettamente dalla parte del cliente, affermando che «la convenzione intervenuta fra le parti» va rispettata. Anche se il compenso è inferiore ai minimi professionali. Corte di cassazione – Sezione II civile – Sentenza 15628 del 18 settembre 2012

ilsole24ore.com – 20 settembre 2012

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top