Breaking news

Sei in:

Commerci e traffici. l’Europa pensa nuove norme a tutela del benessere degli animali d’affezione

La Commissione europea sta valutando l’ipotesi di intervenire con nuove regole o altro tipo di iniziative per assicurare il benessere di cani e gatti, gli animali domestici più presenti nelle famiglie europee. Si stima siano infatti oltre 100 milioni i cani e gatti domestici presenti nell’Unione dei 28 e l’aumento del loro commercio ha creato problemi legati alla selezione genetica, alle ‘fabbriche’ di cuccioli, oltre che a mutilazioni e altre pratiche inumane.

Attualmente, riferisce l’esecutivo Ue, non esiste una legislazione coerente a livello europeo che affronti queste criticità. Per questo Bruxelles ha deciso di avviare uno studio sul commercio di questi animali da compagnia.

Piattaforma di partenza per le valutazioni della Commissione europea sarà una maxi-conferenza prevista a Bruxelles il prossimo 28 ottobre, che vedrà la partecipazione del commissario europeo alla Salute, Tonio Borg e del principe Laurent del Belgio. L’evento riunirà tutti i soggetti coinvolti, rappresentanti dei governi, delle organizzazioni non governative, ma anche quanti hanno un interesse personale e professionale per il tema del benessere di cani e gatti domestici. Sulla base dei risultati dello studio e delle conclusioni della conferenza, la Commissione europea valuterà la necessità di ulteriori azioni per migliorare il benessere degli amici a quattro zampe.Attualmente, riferisce l’esecutivo Ue, non esiste una legislazione coerente a livello europeo che affronti queste criticità. Per questo Bruxelles ha deciso di avviare uno studio sul commercio di questi animali da compagnia.

Piattaforma di partenza per le valutazioni della Commissione europea sarà una maxi-conferenza prevista a Bruxelles il prossimo 28 ottobre, che vedrà la partecipazione del commissario europeo alla Salute, Tonio Borg e del principe Laurent del Belgio. L’evento riunirà tutti i soggetti coinvolti, rappresentanti dei governi, delle organizzazioni non governative, ma anche quanti hanno un interesse personale e professionale per il tema del benessere di cani e gatti domestici. Sulla base dei risultati dello studio e delle conclusioni della conferenza, la Commissione europea valuterà la necessità di ulteriori azioni per migliorare il benessere degli amici a quattro zampe.

 animali@quotidiano.net – 26 ottobre 2013 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top