Breaking news

Sei in:

Commissione professioni sanitarie. Dal segreto violato alla visita omessa: il punto sulle “mancanze disciplinari”

1a1a14_medico_ambulatorio_4C’è il medico che ha divulgato lo stato di salute dei suoi pazienti e quello che per protesta si è messo a distribuire ricette per la pillola contraccettiva davanti alle scuole. C’è la guardia medica che si è rifiutata di visitare a casa un bambino e il dentista che non ha informato l’Ordine dei dubbi sul collega “abusivo”. C’è il farmacista che ha violato i turni di apertura concordati con gli altri titolari della città e quello che ha venduto pillole via Internet. Il nuovo resoconto della giurisprudenza 2010 della Commissione centrale per gli esercenti le professioni sanitarie, l’organo di giurisdizione speciale istituito presso il ministero della Salute , riassume come ogni anno le principali mancanze disciplinari dei professionisti sanitari.

Raccogliendo le decisioni sui ricorsi presentati contro i provvedimenti dei rispettivi Ordini e Collegi in determinate materie. Una miniera di informazioni per chi vuole capire quali sono i “confini” della professione e gli obblighi che derivano dal Codice deontologico.

IL TESTO

sanita.ilsole24ore.com – 1 febbraio 2012

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top