Breaking news

Sei in:

Consiglio veneto: il centrodestra si riorganizza, tra FI, Ncd e il neonato Pdl-Forza Italia per il Veneto

Anche la terza ‘anima’ dell’ex Pdl in Consiglio regionale ha comunicato ufficialmente nome e composizione del gruppo: ieri il capogruppo Dario Bond ha formalizzato al presidente del Consiglio Clodovaldo Ruffato la costituzione del gruppo “Pdl-Forza Italia per il Veneto”, composto dallo stesso Bond, presidente, dal vice Piergiorgio Cortelazzo, dai quattro assessori Renato Chisso, Maria Luisa Coppola, Elena Donazzan e Massimo Giorgetti e da Moreno Teso, che ricopre l’incarico di segretario dell’Ufficio di presidenza del Consiglio.

Sempre ieri si sono riuniti anche i sei consiglieri che si sono costituiti in gruppo autonomo sotto il simbolo del Nuovo Centrodestra di Angelino Alfano: Giancarlo Conta (capogruppo) eCarlo Alberto Tesserin (vicecapogruppo), Nereo Laroni, Clodovaldo Ruffato, Costantino Toniolo e Marino Zorzato hanno confermato l’assetto operativo del gruppo e individuato gli addetti e il responsabile della struttura amministrativa. A seguito della costituzione dei due gruppi, che si affiancano ai quattro consiglieri che hanno ‘rifondato’ Forza Italia a fine novembre scorso (Leonardo Padrin, Mauro Mainardi, Davide Bendinelli e Remo Sernagiotto), cambiano anche la composizione delle commissioni consiliari e il ‘peso’ attribuito al voto dei singoli consiglieri delle commissioni, in ragione della mutata rappresentanza numerica dei diversi gruppi. Tra i cambiamenti in vigore da oggi nelle commissioni consiliari da segnalare l’ingresso di Nereo Laroni (che è anche presidente della commissione per i rapporti internazionali) nella commissione Attività produttive in rappresentanza del NCD, il bilanciamento del ‘peso elettorale’ tra Forza Italia, Ncd e Pdl-Forza Italia per il Veneto in commissione Agricoltura con la presenza, oltre al presidente Bendinelli e a Dario Bond anche di Carlo Alberto Tesserin e analogo riequilibrio dei voti assegnati tra Bond, Tesserin e il forzista Padrin in commissione Sanità. Rimane ancora da affrontare, invece, il nodo della ripartizione degli spazi e degli uffici tra i tre gruppi a palazzo Ferro-Fini, dopo la suddivisione del gruppo di origine.

15 febbraio 2014 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top