Breaking news

Sei in:

Consiglio veneto. Via libera due provvedimenti per trasparenza amministrativa

Al termine della manovra finanziaria, il Consiglio regionale ha approvato due provvedimenti finalizzati a rendere più trasparente l’azione amministrativa della Regione per quanto riguarda i lavori pubblici. Si tratta di due delibere con le quali con la prima si costituisce una commissione d’inchiesta sui lavori pubblici eseguiti o in corso di esecuzione, con la seconda si affidano alla prima commissione funzioni d’inchiesta per analizzare le procedure di evidenza pubblica svolte dalla Regione o da enti da questa partecipati o vigilati.

La richiesta di istituire una commissione d’inchiesta è stata avanzata dal consigliere del PD Lucio Tiozzo e vede come primo firmatario il Presidente della Giunta, Luca Zaia, oltre a Carlo Alberto Tesserin, Stefano Valdegamberi, Antonino Pipitone, Diego Bottacin e Pietrangelo Pettenò. La richiesta fa seguito all’inchiesta giudiziaria che ha coinvolto la maggiore impresa veneta di costruzioni, oltre ad alcune società strumentali della Regione. La commissione avrà una durata di sei mesi, eventualmente rinnovabili per altri sei e tra i suoi compiti avrà quello di verificare procedure, costi e tempi di affidamento, aggiudicazione e realizzazione dei lavori pubblici di competenza regionale, con particolare riguardo a quelli eseguiti o in corso di esecuzione e affidamento attraverso la formula del project financing. Inoltre dovrà verificare, a partire dal 2005, i rapporti di carattere commerciale intercorsi tra società partecipate, anche indirettamente, dalla Regione, società partecipate dagli enti strumentali regionali con soggetti aventi sede all’estero, in particolare per quanto riguarda le modalità di affidamento delle forniture di beni e servizi. La commissione sarà composta da nove consiglieri, cinque di maggioranza e quattro di opposizione eletti dall’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale, sentiti i capigruppo. Per quanto riguarda il secondo provvedimento, proposto sempre dal capogruppo del PD, Lucio Tiozzo e sottoscritto da Federico Caner, Carlo Alberto Tesserin, Stefano Valdegamberi, Antonino Pipitone, Diego Bottacin e Pietrangelo Pettenò, si tratta della delibera che affida alla commissione Affari Istituzionali funzioni di inchiesta sui lavori pubblici regionali e di libera concorrenza e libertà economica. L’attività d’inchiesta dovrà analizzare le procedure di evidenza pubblica svolte dalla Regione e dagli organismi da questa dipendenti, partecipati o vigilati che svolgono direttamente o indirettamente funzioni, compiti e attività regionali. L’obiettivo è quello di valutare se tali procedure abbiano garantito il rispetto dei principi di concorrenza e libertà economica nel Veneto.

23 marzo 2013

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top