Sei in:

Coronavirus e macelli: perché ci sono focolai di infezione? Grasselli (Sivemp): Non parlerei di un caso, ma di focolai tra gli addetti a questo tipo di lavorazione

Circa 5mila casi di contagi nei macelli statunitensi, tanto che il presidente Trump ha usato i poteri di guerra del Defense Production Act per firmare un ordine esecutivo per riaprire o mantenere aperti i grandi impianti di macellazione delle carni. In Germania nelle ultime settimane è salito a 800 il numero dei positivi al Covid-19 tra gli addetti ai mattatoi e più di 100 in Francia come scrive oggi il quotidiano Le Monde che dedica il lungo reportage sull’anomalia dei contagi nei siti di macellazione. In Italia, a Palo del Colle in provincia di Bari per due settimane è stato chiuso lo stabilimento Siciliani dopo che 71 impiegati sono risultati positivi al virus.

continua a leggere

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top