Breaking news

Sei in:

Covid, la giungla dei nuovi vaccini: in Usa ed Europa farmaci diversi. L’Italia rilancia le quarte dosi. Ultimo mese per le mascherine sui bus

Entro 10 giorni arriveranno in Italia i nuovi vaccini aggiornati contro Omicron. L’Ema ha dato l’autorizzazione ai farmaci di Pfizer-Biontech e Moderna su cui l’Aifa si esprimerà lunedì. Si tratta di vaccini bivalenti che garantiscono una protezione contro il ceppo di Wuhan e contro Omicron 1. Sono destinati agli over 12 che hanno ricevuto almeno il primo ciclo vaccinale, anche se per ora in Italia le quarte dosi sono riservate agli ultrasessantenni. Il via libera ai nuovi vaccini è il primo tassello per rilanciare il booster aggiuntivo che dall’11 luglio, data in cui è stato esteso agli over 60, ha registrato un picco per poi precipitare da metà agosto sotto le 20 mila dosi al giorno. Gli ultraottantenni vaccinati con quarta dose sono il 31,1%, tra 70 e 79 anni il 14,2%, tra 60 e 69 anni appena il 7,9%.
Al netto dei guariti da meno di 180 giorni, sono 15,2 milioni le persone che hanno rinunciato alla quarta dose. Alcune in attesa, nonostante il parere dei virologi, di vaccini aggiornati all’ultima variante. Ma se negli Usa la Fda ha autorizzato pure i farmaci contro Omicron 4 e 5, l’Ema ne ha solo annunciato l’avvio della valutazione. Non arriveranno prima di ottobre. Intanto per i positivi asintomatici la quarantena è stata ridotta da 7 a 5 giorni: per uscire serve un test negativo al quinto giorno. Chi non si negativizza può interrompere l’isolamento al 15esimo giorno, senza test. Settembre è l’ultimo mese di mascherine su treni e bus.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top