Breaking news

Sei in:

Crollano le vendite di Parmigiano e il Consorzio taglia la produzione. Ridotta la quota di latte destinata alla trasformazione nel 2015

Il crollo dei prezzi del Parmigiano reggiano fa risalire le vendite ma i produttori decidono, prudentemente, di tagliare la produzione. Infatti il Consorzio del Parmigiano reggiano (a cui aderiscono 370 caseifici) ha varato un taglio del 5% della quota di latte destinata alla trasformazione nel 2015. Circa 800mila quintali in meno che porteranno la produzione di formaggio a 3,15 milioni di forme rispetto ai 3,3 con i quali si chiuderà il 2014.

«Riequilibriamo domanda e offerta – sostiene il presidente del Consorzio Giuseppe Alai – a fronte di quotazioni che hanno pesantemente risentito di un aumento della produzione del 9,5% in tre anni. Dall’inizio della crisi i consumi di formaggi sono scesi del 6,3% e quelli interni di Parmigiano reggiano, apparsi in calo all’inizio del 2014, negli ultimi tre mesi sono aumentati del 4%, spinti da quotazioni all’origine scese del 14% in un anno». In realtà i prezzi, rilevati dalla Cdc di Parma, sono scivolati, in media, del 24% nel triennio per la stagionatura 12 mesi e oltre. Il prezzo di novembre è indicato a 7,45 euro al chilo, -18% rispetto a un anno fa.

Secondo le rilevazioni di Iri, le vendite nella gdo, sono aumentate, nell’anno terminante a ottobre, del 3,2% a volume e del 2,1% a valore. Il fatturato è di 153 milioni. I primi tre produttori – Parmareggio, Ferrari e Ambrosi – si sono ritagliati una quota di mercato del 55,8%.

Il Sole 24 Ore – 24 novembre 2014 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top