Breaking news

Sei in:

Dal Dl Enti locali importanti interventi per l’agricoltura. Martina: ampliamo e semplifichiamo il Fondo latte, supermoratoria dei debiti degli allevatori

La Camera dei deputati ha approvato il Decreto Enti locali, che contiene importanti interventi per il settore agricolo. Il provvedimento ora passa all’esame del Senato. “Mettiamo un altro tassello nella nostra strategia di intervento contro la crisi del settore del latte e del grano” ha dichiarato il Ministro Maurizio Martina

”Grazie a questo decreto diamo ulteriori risposte operative agli allevatori per superare una fase complicata di mercato. In particolare ampliamo e semplifichiamo il Fondo latte coprendo direttamente le spese per le rate dei mutui sostenute negli ultimi due anni. Allo stesso tempo abbiamo il piano cerealicolo con una prima dotazione di 10 milioni di euro che potrà essere ulteriormente rafforzata da risorse regionale dei Psr. Ringrazio del lavoro fatto dalla Commissione agricoltura e dai parlamentari che conferma l’attenzione data a un settore davvero centrale per l’economia italiana. Ora mi auguro che si possa arrivare quanto prima alla definitiva approvazione per dare risposte tempestive alle aziende”.

Il Decreto contiene anche la cosiddetta supermoratoria dei debiti degli allevatori, compresi i suinicoltori. L’intervento è realizzato attraverso l’allargamento delle finalità del fondo latte e prevede dal 2017 la concessione di un contributo destinato alla copertura dei costi sostenuti dagli allevatori per interessi sui mutui bancari negli anni 2015 e 2016.

Fonte Mipaaf – 22 luglio 2016 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top