Breaking news

Sei in:

Doppia chance per lo spesometro, diffuso il nuovo modello unitario. Prima scadenza 12 settembre

L’agenzia approva il nuovo modello valido anche per black list e per le vendite in contanti superiori a mille euro. Si potrà scegliere l’elencazione analitica o riepilogativa. Prima scadenza al 12 novembre

Doppia chance per la compilazione del nuovo spesometro. Con la comunicazione relativa al 2012 i contribuenti potranno scegliere tra un’elencazione analitica e una riepilogativa. Lo stabilisce il provvedimento approvato ieri dall’agenzia delle Entrate con il quale è stato diffuso il nuovo modello unitario valido per spesometro, black-list, vendite in contanti sopra mille euro, autofatture da San Marino e comunicazione leasing e noleggi. La prima scadenza è fissata al 12 novembre 2013 per i contribuenti con liquidazione Iva mensile nel 2012.

Analitico o cumulativo

Il provvedimento di ieri conferma l’intervento di semplificazione annunciato dalle Entrate il 3 luglio scorso, introducendo un modello unitario utilizzabile per diverse comunicazioni, con possibilità di scegliere tra invio dei dati in forma analitica oppure aggregata. Quest’ultima modalità non è consentita per gli acquisti da San Marino oggetto di autofatturazione, nonché per la comunicazione delle vendite a extracomunitari in contanti sopra ai mille euro.

Il modello analitico richiede di indicare, per ciascun cliente e fornitore, le singole fatture emesse o ricevute, con evidenza della data e del numero di emissione e di registrazione. Va poi riportato, sempre in modo analitico, l’imponibile, l’Iva o il titolo di non assoggettamento, nonché i dati delle note di variazione riferiti alle singole operazioni. In pratica, una sorta di duplicazione telematica dei registri Iva. Se si sceglie la modalità aggregata (possibile da ottobre 2013 anche per la comunicazione black list), si indicherà, per ogni cliente e fornitore, il numero delle operazioni cumulate, l’importo totale fatturato (imponibile e Iva) e quello delle note di variazione.

Operazioni senza fattura

Il provvedimento specifica che la soglia di 3.600 euro valida per i soggetti non tenuti all’emissione della fattura non vale se la fattura viene comunque emessa in sostituzione di altro idoneo documento fiscale. In quest’ultimo caso, quindi, ogni operazione (anche inferiore alla soglia) va comunicata. In via transitoria, i commercianti al dettaglio e assimilati possono, per i soli anni 2012 e 2013, continuare ad applicare la soglia minima di 3.600 euro anche alle operazioni con emissione di fattura

A partire dal 1° ottobre 2013, il nuovo spesometro si utilizzerà per indicare le operazioni con soggetti domiciliati in paesi black list, alle quali è dedicata una sezione specifica del modello. Per questi dati è però mantenuta l’attuale periodicità mensile o trimestrale e il termine di presentazione (ultimo giorno del mese successivo al periodo di riferimento). La comunicazione unitaria varrà anche (ma solo con modalità analitica) per le operazioni che i commercianti al dettaglio e gli operatori turistici possono effettuare in contanti oltre mille euro (e fino a 15mila euro) nei confronti di cittadini extracomunitari.

Il nuovo calendario

Lo spesometro del 2012 (compreso quello per vendite in contanti sopra mille euro) va presentato entro il 12 novembre 2013 da parte dei contribuenti che liquidano l’Iva su base mensile. I contribuenti trimestrali presentano invece la comunicazione entro il 21 novembre 2013. Per lo spesometro del 2013 e per quello degli anni seguenti, la presentazione sarà fissata al 10 aprile (mensili) e al 20 aprile (trimestrali).

Si utilizzerà il modello approvato ieri anche per comunicare l’avvenuta autofatturazione e registrazione degli acquisti effettuati presso operatori sanmarinesi ai sensi dell’articolo 16 del Dm 24 dicembre 1993. In questo caso, lo spesometro va trasmesso, esclusivamente con la forma analitica, entro la fine del mese successivo a quello di registrazione della fattura. Le società di leasing o di noleggio potranno infine avvalersi della nuova modulistica (in luogo di quella approvata con provvedimento del 21 novembre 2011) per comunicare le operazioni relative ad autovetture, caravan, natanti e aeromobili.

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top