Breaking news

Sei in:

Ebola. Guarito medico italiano ricoverato allo Spallanzani. Lorenzin: “Dimostrato cosa siamo capaci di fare”. Alberti: “Lavoro di squadra”

Lo staff del nosocomio romano in una conferenza stampa ha annunciato ufficialmente la guarigione di Fabrizio Pulvirenti, il medico di Emergency che aveva contratto il virus dell’Ebola in Sierra Leone. Il paziente verrà dimesso già nella giornata di oggi. Presente anche il ministro della Salute che ha parlato di una “storia di ordinario coraggio”. Alberti: “Successo frutto di un lavoro di squadra”.

Fabrizio, il medico italiano di Emergency ricoverato all’ospedale Spallanzani di Roma dopo aver contratto il virus dell’Ebola in Sierra Leone è ufficialmente guarito e sarà dimesso oggi. Lo ha riferito oggi in una conferenza stampa lo staff del nosocomio romano. “Abbiamo dimostrato cosa siamo capaci di fare. L’intera squadra dell’ospedale e la collaborazione internazionale attivata hanno funzionato. Si tratta di una storia di ordinario coraggio”. Così il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, intervenendo alla conferenza stampa ha commentato la guarigione del medico.

“Devo ringraziare tantissime persone – ha detto il ministro – a cominciare da tutti i lavoratori dello Spallanzani che hanno assistito Fabrizio, nonché le loro famiglie. Un ringraziamento speciale va anche ai colleghi di Fabrizio che si trovano ancora in Sierra Leone e che stanno continuando ad affrontare una situazione infernale. C’è stata una collaborazione mondiale intorno a questo caso, tutti hanno collaborato in maniera silenziosa ma davvero in tempo reale – ha proseguito Lorenzin. Lo Spallanzani è una struttura di eccellenza. Abbiamo destinato un fondo ad hoc per questa struttura nella legge in Stabilità, non è moltissimo ma proveremo a trovarne altri, lavorando insieme, in modo per manetere questa nostra eccellenza e permettergli di operare nel miglior modo possibile”.

“Tornare in Sierra Leone è nei miei progetti, anche se per un periodo breve, per completare quello che ho iniziato”. Queste le prime parole di Fabrizio Pulvirenti, il medico guarito dall’Ebola. “Dopo i primi giorni in cui cercavo di analizzare ogni sintomo in modo scientifico ha raccontatto – c’è stato un vero e proprio ‘buco’ di due settimane di cui non ricordo assolutamente nulla. Lì tutti i buoni propositi di mantenere la razionalità sono venuti meno e il medico Fabrizio ha lasciato spazio al paziente Fabrizio. Tengo a precisare che, qui allo Spallanzani, sono stato curato non solo sotto il profilo professionale, ma si è creato un vero rapporto amichevole e di affetto con i colleghi di questo ospedale. Devo dire che sono riusciti a fare qualcosa di veramente grande”.

 In apertura era intervenuto il commissario dello Spallazani, Valerio Fabio Alberti, che ricordando i “momenti bui” passati nella fase più acuta della malattia, ha ufficialmente annunciato la guarigione del paziente. “Questo risultato è frutto di un lavoro di squadra di persone che hanno lavorato con umanità, competenza e abnegazione – ha spiegato -. Sono stati incisivamente curati rapporti internazionale e nazionali, sono state effettuate scelte terapeutiche complesse ed è stata effettuata un’assistenza diretta ad alta pericolosità”.

Presente in videoconferenza anche il fondatore di Emergency, Gino Strada, che ha ringraziato lo Spallanzani e le Autorità per “l’ottimo lavoro svolto” che ha permesso la guarigione del medico.

QS – 2 gennaio 2015

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top