Breaking news

Sei in:

Ebola, nota della Regione alle Ulss venete: va tenuta alta la guardia e vanno rafforzati i servizi di emergenza sanitaria

11LogoRegioneVenetoScattano le misure precauzionali contro il virus Ebola anche in Veneto per “rafforzare i collegamenti operativi con i servizi di emergenza sanitaria territoriale”. La Regione Veneto ha inviato a tutte le Ulss una nota con la quale viene trasmessa una circolare del Ministero della Salute avente per oggetto «Malattia Virus Ebola in Africa Occidentale. Misure di sorveglianza ai punti d’ingresso internazionali in Italia» e si raccomanda di rafforzare i collegamenti operativi con i servizi di emergenza sanitaria. Lo scopo è mettere in atto azioni su arrivi sospetti diretti o indiretti dai Paesi africani colpiti da epidemia. Il ministero per parte sua sottolinea che l’Organizzazione Mondiale della Sanità non raccomanda, al momento, restrizioni di viaggi e movimenti internazionali di persone, mezzi di trasporto e merci. Nota del Ministero della Salute del 4 aprile. Aggiornamento del Ministero della Salute dell’8 aprile.

IL COMUNICATO DELLA REGIONE 

Il settore Promozione e Sviluppo Igiene e Sanità Pubblica della Regione del Veneto ha inviato a tutte le Ulss una nota con la quale viene trasmessa una circolare del Ministero della Salute avente per oggetto “Malattia Virus Ebola in Africa Occidentale. Misure di Sorveglianza ai punti d’ingresso internazionali in Italia” e si raccomanda di rafforzare i collegamenti operativi con i servizi di emergenza sanitaria territoriale.

Lo scopo è quello di mettere in atto, qualora necessario, le azioni di competenza in riferimento ad arrivi diretti o indiretti dai Paesi africani colpiti dall’epidemia in atto, per casi che presentino sintomi riconducibili alla malattia.

La nota inviata alle Ullss venete fa riferimento anche all’atteggiamento tranquillizzante dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) che al momento, sulla base delle informazioni correnti disponibili, non raccomanda restrizioni a viaggi o a rotte commerciali da applicare ai Paesi interessati dall’evento.

Notizie incontrollate sul rischio di approdo in Italia della malattia stanno circolando da alcuni giorni sul web.

18 aprile 2014 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top