Breaking news

Sei in:

Ecco “nuovo” Consiglio superiore sanità. Confermati tutti vecchi membri

Il ministro Fazio ha firmato il decreto di nomina del nuovo Css. Confermati tutti i precedenti componenti. Uniche new entry, quelle previste dal decreto del 22 luglio scorso che ha promosso a membri di diritto anche il direttore dell’Aifa, il presidente del comitato scientifico del Ccm e i presidenti degli Ordini dei medici, dei farmacisti, degli infermieri e delle ostetriche.

Si insedierà il prossimo 16 dicembre alle 10 di mattina il nuovo Cosiglio superiore di sanità nominato con decreto del 9 dicembre scorso dal ministro della Salute Ferruccio Fazio. In realtà di nuovo non c’è nulla, tranne il riconoscimento di componenti di diritto, avvenuto con decreto del 22 luglio scorso, anche al direttore dell’Aifa, al presidente del comitato scientifico del Ccm e ai presidenti degli Ordini dei medici, dei farmacisti, degli infermieri e delle ostetriche (fino al decreto del luglio scorso i componenti di diritto erano solo i Capi dipartimento e i Direttori generali del Ministero della Salute, il presidente dell’Istituto superiore di sanità, il presidente dell’Ispesl, le cui funzioni sono però state trasferite all’Inail, e il direttore dell’Agenas).

Il nuovo Css resterà in carica fino al 21 luglio 2012. Se le nomine non suscitano sorpresa, potrebbe farlo, ma non è detto, quella del presidente del massimo organo di consulenza scientifica del ministro della Salute. Una carica rivestita fino al presente rinnovo da Enrico Garaci, presidente dell’Iss.

quotidianosanita.it

14 dicembre 2010

 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top