Sei in:

E.coli.Germogli di broccoli, aglio e fieno greco, ultimi «sospettati»

Lo rivelano le autorità sanitarie tedesche Intanto le vittime dell’infezione sono salite a 36

Le autorità sanitarie regionali tedesche sospettano che all’origine dell’epidemia di E. Coli possano esserci almeno tre tipi di germogli. Secondo quanto ha reso noto lunedì il ministro della Sanità della Bassa Sassonia, (nordovest), Ayguel Oezkan, cinque dipendenti dell’azienda sotto accusa, la Gaertnerhof di Bienenbuttel (quella che ha prodotto i germogli incubatori del batterio) si sono ammalati o sono risultati positivi ai test dopo aver mangiato germogli di broccoli, di aglio e di fieno greco. Altri quattro dipendenti che hanno mangiato germogli di erba medica e un mix di germogli piccanti non si sono ammalati. La società in questione, che è stata già chiusa la settimana scorsa, produceva 18 tipi di germogli. Fino a domenica, l’epidemia ha provocato 35 morti in Europa, dei quali 35 in Germania e uno in Svezia.

Corriere.it – 13 giugno 2011

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top