Breaking news

Sei in:

Efsa e Ecdc insieme per combattere le malattie trasmesse dagli insetti vettori. West Nile, via alle mappe settimanali

zanz west nileE’ “Vectornet”, il nuovo progetto di anni per produrre una banca dati sui vettori di malattie che colpiscono uomini e animali: uno sforzo congiunto di Efsa e Ecdc, dopo la relazione annuale sulle zoonosi. Gli insetti trasmettitori di malattie (“vettori”) sono al centro del rinnovato interesse di Efsa, in particolare in ragione del cambiamento climatico e della globalizzazione dei commerci, che sembrano estenderne la  diffusione a zone considerate esenti (da zone tropicali a zone temperate). Così zanzare, zecche, mosche e pulci trasmettono malattie da un animale infetto a un essere umano oppure a un altro animale. Molte delle malattie che essi trasmettono sono considerate malattie infettive emergenti: malattie che compaiono per la prima volta, o che possono essere esistite in passato ma sono in rapido aumento quanto a incidenza e distribuzione geografica.

Intanto dalla scorsa settimana l’ECDC ha iniziato a raccogliere informazioni sui casi di febbre West Nile in Europa, per la stagione di trasmissione 2014. Le prime mappe di sorveglianza stagionali, pubblicate questa settimana, presentano una panoramica della West Nile situazione della peste in Europa, del 5 giugno 2014.

Ogni anno, durante la stagione di trasmissione della febbre del Nilo occidentale, da giugno a novembre circa, ECDC fornisce gli aggiornamenti settimanali sui casi di febbre West Nile negli esseri umani negli Stati membri dell’UE e dei paesi limitrofi. L’obiettivo è quello di informare le autorità competenti per la sicurezza del sangue delle aree con trasmissione in corso. Secondo la normativa sulla sicurezza del sangue dell’UE , gli Stati membri dell’UE devono adottare misure di controllo per garantirla in caso di casi / focolai di febbre del Nilo occidentale.

ECDC è impegnata a contribuire all’attuazione della direttiva con la pubblicazione di informazioni precise sulle aree interessate – una grande sfida per l’attuazione del regolamento. Per la stagione in corso, dati di sorveglianza West Nile vengono raccolti attraverso: (1) reporting in tempo reale effettuata dagli Stati membri dell’Unione europea e (2) screening sistematico dei casi segnalati in Europa eseguita da ECDC

Il rapporto settimanale comprende mappe che mostrano l’attuale distribuzione geografica dei casi umani autoctoni segnalati nell’Unione europea e nei paesi vicini e il suo confronto con i dati precedenti; nonché un aggiornamento situazione e un tavolo sul numero di casi secondo paesi e aree. E ‘pubblicato sul sito ECDC ogni venerdì pomeriggio – l’informazione è basata sui casi segnalati fino al giovedi di ogni settimana.

Al 5 giugno 2014, nessun caso di febbre del Nilo occidentale è stato segnalato negli Stati membri dell’UE e dei paesi vicini..

Vai al video

West Nile. Le mappe settimanali di Ecdc

13 giugno 2014

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top