Breaking news

Sei in:

Epidemia di Influenza aviaria in Francia: salgono a 63 i focolai di H5N1, H5N2 e H5N9. Interessati sei dipartimenti del Sud ovest

Il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali francese ha diffuso gli ultimi aggiornamenti sulla situazione epidemiologica con le notifiche di altri 19 focolai. Sale quindi a 63 il numero totale di focolai di influenza aviaria sostenuti da virus ad alta patogenicità (HPAI) nel sud ovest della Francia:

Il 19/12/2015, nel dipartimento di Landes, un allevamento di anatre situato a Serre-Gastondans è risultato positivo per influenza aviaria HPAI sottotipo H5, mentre il 21/12/2015, a seguito di un sospetto clinico, è stato notificato un altro focolaio in un allevamento di anatre nel comune di Cagnotte. Sette allevamenti di anatre compresi nelle zone di restrizione di Doazit sono risultati positivi per HPAI sottotipo H5 a seguito dei controlli effettuati prima della movimentazione per la macellazione. Tre focolai sono situati nel comune di Eyres Moncube, due di queste positività erano sostenute da virus H5N9 HPAI. Gli altri quattro focolai sono localizzati nei comuni di Cazalis, Hauriet, Mugron e Montsoue, quest’ultima positività è sostenuta da un virus H5N9;

Nel dipartimento di Gers, il 17/12/2015, è stato notificato un focolaio in un allevamento di anatre a Averon Bergelle mentre il 19/12/2015 altri due focolai ad alta patogenicità sono stati notificati a Ayzieu in un allevamento di anatre e a Saint Michel (H5) in un allevamento misto di anatre e polli;

Il 18/12/2015, nel dipartimento di Pyrenees Atlantiques due allevamenti di anatre sono risultati positivi per influenza aviaria: uno a Crouseilles (H5) e uno a Vialer (H5N9). Il 19/12/2015 è stato notificato un focolaio H5 in un allevamento di 3.100 anatre a Charre e il 20/12/2015 altri tre focolai in allevamenti di anatre sono stati notificati nei comuni di Navailles-Angus, Cosledaà-Lube-Boast e Escoubes;

Il 21/12/2015, nel dipartimento Hauntes-Pyrenees è stato notificato un focolaio H5N2 in un allevamento di oche a Ossun.

Inoltre, a seguito del completo sequenziamento del virus H5N1 isolato nel primo focolaio notificato in Dordogna, l’ANSES ha confermato l’assenza dei principali marker di adattamento ai mammiferi.

26 dicembre 2015 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top