Breaking news

Sei in:

Etossichina: la valutazione della sicurezza da parte dell’EFSA non arriva a conclusioni. I dati sono carenti. Al termine della lavorazione permane un’impurità che è un possibile mutageno

L’EFSA non è riuscita a trarre conclusioni sulla sicurezza dell’etossichina usata come additivo nell’alimentazione degli animali, né sulla sua sicurezza per i consumatori e l’ambiente. Ciò è dovuto a una complessiva carenza dei dati necessari per valutare la sicurezza della sostanza, compresi i suoi metaboliti,e alla presenza di un’impurità (la p -fenetidina), che è un possibile mutageno.

All’EFSA è stato chiesto di valutare nuovamente la sicurezza dell’additivo etossichina per l’alimentazione degli animali cui la sostanza è destinata, per i consumatori, gli utilizzatori e l’ambiente, ai sensi del regolamento CE 1831/2003. La sostanza è attualmente aggiunta ai mangimi in virtù delle sue proprietà antiossidanti.

L’etossichina è usata anche per impedire la combustione spontanea della farina di pesce durante il trasporto via mare.

Come sostanza in sé l’etossichina non è considerata genotossica. L’EFSA, però, ha scoperto che uno dei suoi metaboliti, l’etossichina-chinone-immina, potrebbe essere genotossico – cioè può danneggiare il DNA – il che indicherebbe un problema di sicurezza.

Al termine del processo di fabbricazione, in questo additivo per mangimi rimane un’impurità, la p -fenetedina, che è un possibile mutageno. Mutagene sono le sostanze che provocano mutazioni nel materiale genetico sia degli animali sia dell’uomo.

Oltre a tali risultanze e anche in assenza dell’impurità p-fenetidina, l’EFSA ha individuato notevoli lacune nei dati nel corso della valutazione dell’esposizione e della sicurezza dell’etossichina per animali, consumatori e ambiente.

La valutazione è stata eseguita nel contesto della procedura di valutazione ex novo che è in corso su tutti gli additivi per mangimi già autorizzati ai sensi della normativa precedente.

Scientific opinion: Safety and efficacy of ethoxyquin (6-ethoxy-1,2-dihydro-2,2,4-trimethylquinoline) for all animal species

Fonte Efsa – 21 novembre 2015 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top