Breaking news

Sei in:

Focolaio di coronavirus all’Aia di Vazzola, altri venti positivi e c’è l’esposto in Procura: «L’azienda andava chiusa subito». L’Ulss rassicura: si può lavorare in sicurezza

Altre venti persone positive tra i familiari dei lavoratori Aia. In isolamento 213 persone tra dipendenti e contatti stretti. Il gruppo Skatenati Electrolux: «Perché gli operai positivi hanno lavorato dopo il tampone?». E presenta un esposto in Procura dichiarandosi parte lesa (alcuni colleghi sono in quarantena perchè coinquilini di operai Aia). Cgil critica la decisione di restare aperti. E la Lav si unisce. Il Pd chiede tutela e dignità per i lavoratori. Mentre l’Ulss rassicura: “Il focolaio è tenuto sotto controllo, si può lavorare in sicurezza”

Dal Gazzettino di Treviso 
 

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top