Breaking news

Sei in:

Forlì. «Inceneritori e diossina, carne e uova sono contaminati»

Se siamo ciò che mangiamo ci dobbiamo preoccupare. Metà delle uova di contadino, nel Forlivese, sono contaminate da diossina e altri inquinanti. Ieri mattina l’amministrazione comunale, a nome di un gruppo di lavoro tecnico, ha illustrato dati preoccupanti circa la contaminazione di alimenti prodotti sul territorio.

In particolare carne di polli, galline e soprattutto uova ‘affette’ da diossine e policlorobifenili. Il gruppo di lavoro, chiamato Tavolo tecnico interistituzionale in tema di diossine/furani e policlorobifenili nelle matrici ambientali e alimentari del territorio forlivese, ha messo in luce un dato preoccupante, l’avvelenamento delle piccole produzioni. Quelle considerate come le più sane e nutrienti. Il Tavolo si è costituito nel giugno 2011 e annovera Comune, Provincia, Asl, Arpa e Ordine dei medici. Un pool di tecnici che ha messo il naso nei pollai per estrarre, più che uova di gallina, dati più che preoccupanti. Su cinquanta campioni analizzati in un territorio che si estende da Coriano, epicentro dell’incenerimento di ‘Hera’ e ‘Mengozzi’, fino al ‘Ridolfi’, è emerso un quadro a tinte fosche. Il 50 per cento degli alimenti indagati sono interessati da una non trascurabile contaminazione. Il numero dei campioni non conformi è pari al 57 %. Polli e uova risultano essere gli elementi più aggrediti. Su 12 tra polli e galline un solo esemplare è conforme, su 24 campioni di uova 11 quelle ‘sane’. Parlare di contaminazione di tutta la catena alimentare è allarmistico, così come dire che uova, carne e latticini oggi sono a rischio. I tecnici hanno evidenziato come il campione abbia riguardato solo alimenti destinati all’autoconsumo. Non le grandi catene distributive e nemmeno il commercio al dettaglio. Sul banco degli imputati sono gli alimenti e i vegetali sottoposti a due forme d’inquinamento. Quello causato da pratiche antiche di campagna, come la combustione domestica di materiale potenzialmente inquinante e ‘processi produttivi e la combustione per la produzione di energia e industria di trasformazione’.

Il Resto del Carlino – 25 ottobre 2012

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top