Breaking news

Sei in:

Forlì. Mercoledì prossimo inaugura la nuova sede dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale: sarà il polo unico di Romagna

La nuova struttura sostituirà quella attuale situata nella zona del Foro Boario di Forlì: per la realizzazione sono stati investiti circa 9 milioni di euro (interamente finanziati dall’Istituto Zooprofilattico della Lombardia e dell’Emilia Romagna)

Mercoledi, alle 10, verrà inaugurata la nuova sezione diagnostica della Romagna dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell’Emilia-Romagna (Izsler) in via Don Eugenio Servadei. Al taglio del nastro sarà presente il presidente della Regione, Stefano Bonaccini. La nuova struttura sostituirà quella attuale situata nella zona del Foro Boario: per la realizzazione sono stati investiti circa 9 milioni di euro (interamente finanziati dall’Istituto Zooprofilattico della Lombardia e dell’Emilia Romagna).

L’Istituto Zooprofilattico di Forli opera da oltre 60 anni sul territorio della Romagna svolgendo un’attività diagnostica e di ricerca nei settori della sicurezza alimentare e della prevenzione delle malattie di tutte le specie animali sia domestiche che selvatiche. In tal senso offre un supporto tecnico-scientifico alle aziende del territorio, ai cittadini e alle autorità sanitarie. All’Istituto Zooprofilattico di Forli operano medici veterinari, biotecnologi e tecnici di laboratorio.

POLO UNICO – A breve termine e in un’ottica di accorpamento degli enti pubblici l’Istituto Zooprofilattico di Forli assorbirà l’attuale sezione diagnostica di Ravenna andando così a formare un polo unico per tutto il territorio dell’Area Vasta della Romagna. Un settore della nuova sede è inoltre destinato ad accogliere gli uffici del Servizio Veterinario della Ausl di Forli nonché la sede dell’Ordine dei Veterinari della provincia di Forli-Cesena.

COSTI – Per la realizzazione della nuova sede sono stati investiti circa 9 milioni di euro (interamente finanziati dall’Istituto Zooprofilattico della Lombardia e dell’Emilia Romagna). Oltre due milioni di euro sono già stati recuperati dalla vendita della sede attuale. La struttura si estende su una superficie complessiva di 3750 metri quadrati e presenta numerose soluzioni ingegneristiche all’avanguardia soprattutto in tema di sicurezza, produzione di energia da fonti rinnovabili e risparmio energetico (impianti fotovoltaici e geotermici, sensori di valutazione della luce diurna con autoriduzione dell’intensità, supervisione e controllo a distanza degli impianti termici). I laboratori (nei quali lavoreranno circa trenta persone) saranno dotati di strumentazioni di nuova generazione. E’ stata inoltre realizzata una sala convegni (della capienza di circa 100 posti) destinata ad accogliere eventi scientifici in ambito medico-veterinario.

19 giugno 2015 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top