Breaking news

Sei in:

Germania: fragole infettate norovirus causa intossicazione 11mila bambini

Un lotto di fragole congelate è probabilmente la causa della grande epidemia di gastroenterite e vomito che ha colpito oltre 11 mila giovani studenti, adolescenti e bambini dell’asilo, in diverse città come: Berlino, Brandeburgo e altre località della Sassonia in Germania. E’ questa l’ipotesi avanzata dall’autorevole Robert Koch Institute (RKI) e dall’Ufficio federale della protezione dei consumatori e la sicurezza alimentare (BVL).

Dopo avere individuato il focolaio dell’epidemia una decina di giorni fa, le autorità hanno avviato i cosiddetti studi caso-controllo per risalire alle cause, e hanno analizzato il cibo distribuito nelle diverse scuole nei giorni precedenti l’inizio degli episodi di diarrea e vomito.

Gli studi hanno mostrato un’associazione statisticamente significativa tra il consumo di dessert preparati con fragole congelate e gli episodi di gastroenterite. Nel frattempo le analisi effettuate nei laboratori di microbiologia rilevavano una presenza significativa di giovani contaminati da Norovirus, anche se non si può escludere la presenza di altri batteri patogeni.

Proseguendo nelle indagini si è scoperto che tutte le cucine delle scuole avevano ricevuto fragole congelate, che poi sono state scongelate, cotte e aggiunte ad un dessert. Il Norovirus è un virus patogeno che resiste bene al freddo e al caldo. E’ abbastanza plausibile l’ipotesi di una partita di fragole contaminate distribuite in diverse scuole. Nelle cucine dove sono state scongelate e cotte regolarmente prima di essere aggiunte al dessert non è successo niente. Dove invece il riscaldamento è stato insufficiente il Norovirus è sopravvissuto e ha contaminato i dessert provocando la gastroenterite a oltre 11.000 ragazzi. Secondo le autorità le fragole non sono state distribuite nei punti vendita al dettaglio.La società di ristorazione collettiva francese che gestiva le mense nelle scuole colpite dall’epidemia si è scusata con i genitori e ha dichiarato di voler rimborsare le famiglie.

Le autorità tedesche non hanno ancora detto da dove arrivano le fragole. Nonostante ciò Coldiretti ha diramato un comunicato puntando il dito sulle fragole congelate cinesi senza avere riscontri.

Il Fatto alimentare – 8 ottobre 2012

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top