Breaking news

Sei in:

Grasselli: In Italia controlli efficaci, rischio solo da commercio illegale

“Secondo una stima approssimativa, si può dire che l’Italia importa dalla Germania circa il 25-30% del proprio fabbisogno di carni suine. Ma il sistema di controlli è efficace e ha già messo in condizione gli operatori di individuare le partite sospette e di eliminarle dal commercio. Gli unici rischi derivano dai cibi contraffatti o immessi sul mercato in maniera illegale, a fini di evasione fiscale. Per questi produttori non ci deve essere indulgenza”. A dirlo è il presidente della Società italiana di medicina veterinaria preventiva (Simevep), Aldo Grasselli.

Dal momento in cui è scattato l’allarme diossina in alcuni allevamenti di carni suine in Germania, “il sistema di controllo italiano – assicura l’esperto – ha consentito, in presenza di alimenti ‘sospetti’, di respingerli, di distruggerli o di effettuare esami per verificarne la sicurezza. Tutto ciò che viene introdotto nel nostro Paese viene infatti certificato dall’origine alla destinazione, e non solo come prodotto finito: la tracciabilità permette di individuare una provenienza sospetta, anche nel caso di alimenti usciti dalla fabbrica prima dell’emergenza, come ad esempio gli insaccati, i wurstel. Risalendo al luogo di produzione è infatti possibile capire se questi cibi arrivano dagli allevamenti incriminati ed effettuare i dovuti esami”.

Insomma, se una fase della filiera va ‘in crisi’, è possibile evitare i danni. “Gli unici pericoli – avverte Grasselli – derivano dal commercio ‘nero’, illegale, contraffatto”, che sfugge ai controlli delle autorità italiane. Quanto alla Cina, che ha disposto oggi la sospensione delle importazioni dalla Germania di uova e carne di maiale, “in questo settore vige una politica delicata – conclude il presidente Simevep – e in presenza di allarmi del genere si giustifica l’apertura o la chiusura dei mercati. Ma si tratta di forme di protezionismo sanitario che in realtà sarebbero vietate”.

Veterinaria preventiva.it

12 gennaio 2012

 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top