Breaking news

Sei in:

La vongola verace di Chioggia diventa Prodotto tradizionale della Regione Veneto 2015. Dopo la seppia anche il ‘caparosolo de Ciosa’ ottiene il riconoscimento del Mipaaf

La vongola verace, prodotto tipico della laguna di Chioggia, ha finalmente ottenuto il riconoscimento ufficiale di prodotto tradizionale con il Decreto del Ministero delle Politiche agricole e forestali (Mipaaf) del 17 giugno 2015 ed è stata inserita nella “Quindicesima Revisione dell’Elenco Nazionale dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali” con la denominazione di Vongola Verace di Chioggia o Caparosolo de Ciosa.

L’allevamento e la raccolta della verace sono attività che caratterizzano naturalmente la laguna di Chioggia. La specie presente è la Tapes philippinarum importata in Italia dall’Inghilterra nel 1983 e introdotta per la prima volta proprio nel bacino lagunare prospiciente Chioggia.

Il comitato scientifico che ha reso possibile l’inserimento della verace tra i prodotti tradizionali è composto dal dottor Luciano Boffo e dalla dottoressa Patrizia Buratti del Dipartimento Funzionale di Sicurezza Alimentare dell’Ulss 14 di Chioggia e già promotori nel giugno scorso del prodotto tradizionale “la seppia di Chioggia”.

I requisiti della verace sono innanzitutto la provenienza dagli ambiti di allevamento e raccolta della laguna di Chioggia e, secondariamente, il sistema di depurazione impiegato dagli stabilimenti locali. Questi ultimi utilizzano impianti di depurazione con bins a circuito chiuso e alimentati con acqua marina o lagunare sottoposta a trattamento di disinfezione con ozono e raggi UV.

L’impiego di acqua marina o lagunare presenta indubbi vantaggi ed effetti positivi sulla qualità del prodotto ottenuto: il mollusco si trova infatti nelle stesse condizioni di vita naturale e mantiene inalterata l’attività filtratoria, con miglioramento delle caratteristiche organolettiche.

La Verace di Chioggia si può pertanto considerare il risultato della combinazione di fattori ambientali, particolarmente favorevoli allo sviluppo di questo mollusco, e umani, legati alle tecniche di depurazione, in equilibrio dinamico tra loro. 

D’ora in avanti dunque potremo apprezzare i caparosoli de Ciosa, oltre che per il gusto inconfondibile che conferiscono a ogni piatto a cui sono aggiunti, anche per le eccellenti qualità organolettiche. Con la consapevolezza di consumare un mollusco che per le informazioni fornite circa i processi produttivi, la disponibilità e la provenienza può ragionevolmente ritenersi genuino e di particolare pregio.    

11 agosto 2015 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top