Sei in:

L’austerità fa male alla salute e al Servizio sanitario. Personale carente, un Paese spaccato, spesa privata in crescita e pericolo smantellamento. Rapporto Upb

Ticket, lunghe liste d’attesa, mancanza di prestazioni sul territorio tendono “a spostare la domanda verso il privato” e “nello stesso senso vanno le agevolazioni fiscali concesse alle misure di welfare aziendale. Queste misure favoriscono un sistema categoriale-corporativo alternativo al servizio pubblico (…) Assecondare questa tendenza e contemporaneamente continuare nella compressione del finanziamento del servizio pubblico potrebbe mettere in discussione l’universalità del sistema vigente”. E poi? “Nel medio-lungo periodo il mercato privato tende a farsi più aggressivo, sfruttando i margini di prezzo resi disponibili”.

LEGGI l’Articolo del Fatto quotidiano L’AUSTERITÀ FA MALE ALLA SALUTE E AL SERVIZIO SANITARIO

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top