Breaking news

Sei in:

Leggi incompiute: ecco scadenze in stand-by che passano prossimo Governo

Sei leggi ancora da applicare. Con altrettanti appuntamenti che la fine del Governo Monti e le elezioni di febbraio faranno per forza maggiore slittare.

Altre scadenze che potrebbero essere rispettate sulla carta, ma che avranno comunque necessità di ripresa del dialogo Governo-Regioni in sospeso (come sugli standard ospedalieri e sui Lea) per i chiarimenti richiesti dai governatori sulla spesa, ormai rimandati – se ci saranno – al prossimo Governo. Il Sole-24 Ore Sanità – da novembre a oggi – ha già ampiamente anticipato negli ultimi mesi tutte le previsioni di legge e le scadenze, sia sul settimanale che su questo sito, ma a pochi giorni dalle elezioni è utile riepilogare cosa c’è in pentola a cuocere in attesa del nuovo Governo, anche grazie al lavoro di sintesi e confronto che le stesse Regioni hanno messo a punto sulle varie norme in materia sanitaria:

– La manovra estiva di Tremonti

– Il Governo Monti fino alla spending review

– Decreto Balduzzi e costi della politica

– Decreto Sviluppo e decreto Balduzzi

Ma sono soprattutto le scadenze delle varie leggi a dare il numero delle norme incompiute.

Sono circa 50 quelle da rispettare, oltre 25 tra accordi e intese in Stato-Regioni e Unificata da raggiungere, decine di provvedimenti tra decreti attuativi (ministeriali e interministeriali), Dpcm, regolamenti e Dpr. Il quadro dell’attività sanitaria che le ultime manovre hanno affidato al 2013 è più che denso di appuntamenti, molti dei quali – cure primarie, intramoenia, revisione del prontuario farmaceutico – hanno il sapore di vere e proprie riforme.

Non solo. Ad appesantire il carico di aspettative per un’annata ancora all’insegna della crisi (non solo economica) ci sono anche i lasciti dal precedente Governo. Misure di cui forse i cittadini non hanno più memoria (ma le Regioni certamente sì) verranno al pettine e dovranno trovare modalità attuativa proprio nel 2013 per arrivare puntuali all’operatività richiesta per il 2014.

L’esempio eclatante è quello dei nuovi ticket cui la manovra-bis Berlusconi-Tremonti ha affidato il compito di drenare circa 2 miliardi dalle tasche dei cittadini. Volendo – ma qui la cosa si fa più complessa – tra le eredità ancora più vecchie c’è anche l’oscura faccenda dei Lea. Nati nel 2001 attendono da dieci anni di essere aggiornati: dopo il tentativo dell’allora ministro della Salute, Livia Turco, di produrre una nuova versione subito stoppata dall’Economia (era il 2008), stavolta ci ha riprovato Balduzzi.

Temi scottanti che tuttavia dovranno forse cedere il passo a misure dotate di scadenze pressanti e quasi certamente irrealizzabili: entro marzo il castelletto della tracciabilità per la “nuova” intramoenia; entro maggio l’entrata in scena delle cure primarie h24 e i pagamenti bancomat in tutte le strutture sanitarie; entro giugno le regole sulla Rc medica, la nuova remunerazione di farmacie e grossisti, l’accordo (niente affatto scontato) sui tagli alla rete ospedaliera, la ripulitura del Prontuario farmaceutico, la definitiva entrata in scena della ricetta elettronica e l’addio al vecchio foglietto rosa sinonimo di Ssn.

E per finire, il rebus del nuovo riparto – il primo a modello federalista – di cui si discute da almeno un paio d’anni senza aver sciolto ancora il nodo del benchmark. Un’agenda da perderci la testa. E da mettersi le ali ai piedi. Soprattutto perché le elezioni del 24 febbraio congeleranno tutte le scadenze fino a primavera.

Ecco tutte le scadenze per materia

TETTI DI SPESA

Dal 2013 il tetto della farmaceutica territoriale è fissato all’11,35% del Fsn e quello dell’ospedaliera al 3,5%: per quest’ultima l’eventuale extratetto sarà metà a carico delle aziende e metà a carico delle Regioni in rosso.
Spending review (L. 135/2012, art. 15)
Il tetto di spesa per l’acquisto di dispositivi medici è ridottoal 4,8 per cento per il 2013 e al 4,4% per il 2014.
Il Fsn è ridotto di 600 milioni per il 2013 e di 1 miliardo dal 2014.
Legge di Stabilità 2013 (L. 228/2012, art. 1, c. 131 e 132)

MANAGER

Dovrà essere completato entro febbraio il primo aggiornamento degli elenchi regionali degli idonei a ricoprire la carica di direttori generali di Asl e ospedali azienda da cui le Regioni saranno obbligate ad attingere i manager del Ssn.
Legge «Balduzzi» (L. 189/2012, articolo 4)

PRONTUARIO SVECCHIATO

Entro il 30 giugno l’Aifa dovrà completare una revisione straordinaria del Prontuario farmaceutico nazionale facendo slittare in Fascia C (a pagamento) i prodotti superati. La rimborsabilità di un prodotto delistato potrà essere concessa solo per il completamento delle cure in corso.
Legge «Balduzzi» (L. 189/2012, articolo 11)

SANITA’ DIGITALE

Dal 1° gennaio la conservazione della cartella clinica può essere effettuata senza nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica anche solo in forma digitale, mentre entro giugno 2013, Regioni e Province autonome provvederanno alla graduale sostituzione delle prescrizioni in formato cartaceo con le equivalenti in formato elettronico. Sempre entro la prima metà dell’anno un decreto interministeriale stabilirà le modalità tecniche di produzione, distribuzione e gestione del documento unico d’identità e tessera sanitaria e un Dpcm regolamenterà la trasmissione telematica della certificazione di malattia necessaria al genitore per fruire dei congedi per la malattia del figlio.
Entro 90 giorni dall’entrata in vigore della legge di conversione del decreto sviluppo bis saranno definiti i contenuti e le modalità di implementazione del Fascicolo sanitario elettronico.
Decreto «sviluppo bis» (L. 221/2012, articolo 13)

COMPETENZE REGIONALI

Dal primo gennaio 2013 sono trasferite alle Regioni le competenze in materia di assistenza indiretta e di mobilità sanitaria internazionale: il trasferimento sarà disciplinato con regolamento Salute-Economia entro il 30 aprile.
I risparmi quantificati per il 2013 ammontano a 22 milioni di euro.
Legge di Stabilità 2013 (L. 228/2012, articolo 1, commi 81-87)

FARMACOVIGILANZA

In armonia con le normative comunitarie, ciascun titolare all’immissione in commercio di un prodotto farmaceutico dovrà nominare un responsabile per la farmacovigilanza.
Un Dm non regolamentare Salute-Affari europei-Esteri-Sviluppo da emanare entro febbraio 2013 aggiornerà tra l’altro le procedure operative per la comunicazione delle reazioni avverse, le restrizioni d’uso, le procedure ispettive agli stabilimenti, i compiti dell’Aifa, le procedure d’urgenza.
Le omissioni di comunicazione di rischi a Ema e Aifa da parte del titolare di Aic saranno punite con la sanzione da 20mila a 120mila euro. (Dir. 84/2010 Ue – “salvainfrazioni”).
Legge di Stabilità 2013 (L. 228/2012, art. 1, commi 342-348)

PAY BACK FARMACEUTICHE

Slitta al 30 giugno la scadenza della norma che consente alle farmaceutiche di evitare il taglio del 5% ai listini versando il corrispondente importo nelle casse regionali. Il termine può essere ulteriormente prorogato al 31 dicembre 2013 tramite Dpcm con l’Economia.
Legge di Stabilità 2013 (L. 228/2012, art. 1, commi 388 e 394)

LUDOPATIE

In vigore dal 1° gennaio 2013 la norma che impone l’obbligo di esporre le avvertenze sul rischio di dipendenza dai giochi con vincite in denaro (a esempio gratta e vinci) nonché le relative probabilità di vincita: dovranno essere applicate anche sui videoterminali ed esposte nelle sale scommesse.
Nei locali interessati dovrà essere esposto anche il materiale informativo predisposto dalle aziende sanitarie locali sui rischi collegati al gioco.
Previsto per fine maggio l’aggiornamento del nomenclatore tariffario delle prestazioni per le ludopatie.
Legge «Balduzzi» (L. 189/2012, articolo 7)
Rinviato invece al 30 giugno il termine per l’adozione del decreto interdirigenziale su prevenzione, contrasto e recupero.
Legge di Stabilità 2013 (L. 228/2012, articolo 1, comma 388)

CURE PRIMARIE H24

Entro maggio 2013 le convenzioni dei medici di famiglia, pediatri e specialisti dovranno essere adeguate alle nuove norme in tema di assistenza primaria stabilite dal decreto Balduzzi che prevede servizi sanitari attivi 24 ore su 24, 7 giorni su 7, grazie all’aggregazione tra medici di famiglia, pediatri di libera scelta, specialisti ambulatoriali ed ex guardia medica, basata anche sul ruolo unico dei generalisti.
Legge «Balduzzi» (L. 189/2012, articolo 1)

SPERIMENTAZIONI CLINICHE

Entro giugno 2013 le Regioni dovranno provvedere alla riorganizzazione della rete dei propri comitati etici, incaricati di valutare i protocolli di ricerca decidendone la conferma anche in base alla capacità operativa pregressa dimostrata dagli organismi.
Legge «Balduzzi» (L. 189/2012, articolo 10)

MONETA ELETTRONICA

Dal 1° giugno Asl e gestori di pubblici servizi nei rapporti con l’utenza sono tenuti ad accettare i pagamenti a essi spettanti, anche con l’uso delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione.
Decreto «sviluppo bis» (L. 221/2012, articolo 15)

VERIFICHE FANNULLONI

Un Dm Salute-Lavoro-Economia da emanare entro febbraio disciplinerà una verifica straordinaria annuale sul personale sanitario destinato a mansioni di minore aggravio in quanto inidoneo.
Il lavoratore che risultasse non avere diritto all’inidoneità sarà ricollocato dall’azienda sanitaria a svolgere la propria mansione specificando la priorità alla riassegnazione nell’ambito dell’assistenza territoriale.
Legge di Stabilità 2013 (L. 228/2012, articolo 1, comma 88)

SICUREZZA TRAPIANTI

Un Dm non regolamentare della Salute fisserà entro giugno criteri e procedure per la gestione di tutte le attività connesse ai trapianti d’organo prevedendo norme su qualità, sicurezza e controlli per tutte le fasi del processo, dalla donazione all’eliminazione in armonia con le normative comunitarie.
Legge di Stabilità 2013 (L. 228/2012, articolo 1, comma 340)

RISPARMI SU BENI E SERVIZI

Da gennaio i contratti in essere per le forniture di beni e servizi (farmaci esclusi) dovranno essere ridotti del 10 per cento: Regioni e Pa potranno però conseguire l’obiettivo con misure alternative a patto che assicurino l’equilibrio del bilancio sanitario.
Il diritto di recesso dal contratto poco conveniente per la Pa – introdotto dalla cosiddetta spending review (L. 135 dell’agosto 2012) – vale solo per i contratti “autonomi”, senza coinvolgimento della Consip, e non si applicherà se esso prevede prezzi più bassi rispetto a quelli che sarebbero garantiti tramite quest’ultima.
Un decreto non regolamentare dell’Economia individuerà ogni anno entro il 31 marzo le categorie di beni e servizi e la soglia al superamento della quale il ricorso alla piattaforma Consip sarà obbligatorio.
Legge di Stabilità 2013 (L. 228/2012, art. 1, commi 131-133 e 151-158)

INTRAMOENIA

Le Regioni dovranno provvedere alla ricognizione straordinaria degli spazi per consentire l’attività libero-professionale intramoenia, potendone prevedere anche l’affitto o l’acquisto da privati non accreditati, l’uso in convenzione presso altre strutture pubbliche ovvero l’autorizzazione da esercitare in studi collegati in rete e dotati di apparecchiature tali da monitorare prestazioni, pagamenti e tariffe: l’infrastruttura di rete per la tracciabilità dovrà essere predisposta entro il 31 marzo.
Legge «Balduzzi» (L. 189/2012, articolo 2)

RC MEDICA

Per agevolare l’accesso alla copertura assicurativa anche dei camici bianchi appartenenti alle specializzazioni a più alto rischio, un Dpr disciplinerà entro il 30 giugno procedure e requisiti minimi e uniformi per l’idoneità dei relativi contratti assicurativi: dal 13 agosto 2013 i medici dovranno essere pronti a rendere noti estremi della polizza e massimali ai clienti.
Legge «Balduzzi» (L. 189/2012, articolo 3)

BIBITE A NORMA

Entro agosto 2013 bibite analcoliche a base di frutta e bevande con nomi di fantasia dovranno contenere almeno il 20 per cento di succo di frutta: le scorte non a norma dovranno essere commercializzate e smaltite entro il mese di settembre (se verrà recepita la relativa direttiva).
Legge «Balduzzi» (L. 189/2012, articolo 8)

REMUNERAZIONE FARMACIE

Slitta al 30 giugno l’adozione di un nuovo metodo di remunerazione delle farmacie per la distribuzione dei farmaci concessi a carico del Ssn superando l’attuale meccanismo in percentuale sul prezzo al pubblico.
ll termine può essere ulteriormente prorogato al 31 dicembre 2013 tramite Dpcm con l’Economia.
Legge di Stabilità (L. 228/2012, art. 1, commi 388 e 394)

VERIFICHE INVALIDITA’

Affidato all’Inps il piano straordinario di verifica della permanenza dei requisiti sanitari e reddituali nei confronti dei beneficiari di invalidità, handicap e disabilità.
Le verifiche saranno 150mila tra il 2013 e il 2015.
Legge di Stabilità 2013 (L. 228/2012, articolo 1, comma 109)

IMPORTAZIONE DI PLASMA

Per la produzione di emoderivati da commercializzare extra-Ue basterà una notifica corredata dai documenti autorizzativi per importare plasma e intermedi provenienti da centri di Paesi terzi ma allocati negli Usa e in Canada e approvati dalla competente autorità statunitense.
Legge di Stabilità 2013 (L. 228/2012, art. 1, c. 136).
La norma è sospesa fino a giugno in attesa di un decreto ministeriale attuativo (ordinanza Balduzzi)

LOTTA AL TABAGISMO

Stretta sul fumo under-18: dal 1° gennaio chi vende tabacchi dovrà chiedere all’acquirente un documento d’identità salvo in caso di età manifesta e tutti i distributori automatici di sigarette dovranno avere sistemi di rilevazione dei dati anagrafici dell’acquirente: la sanzione può arrivare a 2mila euro e alla sospensione per tre mesi della licenza in caso di recidiva.
Legge «Balduzzi» (L. 189/2012, articolo 7)

RIPARTO FEDERALISTA

Nel 2013 è atteso il primo riparto federalista del fondo sanitario, ma mancano ancora le tre Regioni benchmark che secondo il recente Dpcm approvato d’ufficio (senza intesa con le Regioni) dal Governo dovrebbero essere scelte tra Lombardia, Veneto, Umbria, Marche e Toscana, nessuna del Sud, quindi. Le Regioni hanno già chiesto al ministero la relativa proposta.
Federalismo fiscale (Dlgs 68/2011, art. 27, commi 5 e 12)

PRECARI IN PROROGA

Previo accordo sindacale sono prorogati fino al 31 luglio i contratti di lavoro subordinato a tempo determinato che hanno superato il limite dei 36 mesi.
I precari con almeno tre anni di servizio nella Pubblica amministrazione potranno contare anche su una riserva del 40% dei posti a concorso. Possibile anche una selezione per titoli ed esami per valorizzare l’esperienza lavorativa svolta.
Legge di Stabilità (L. 228/2012, art. 1, c. 400-401)

AGGIORNAMENTO DEI LEA

Secondo il decretone Balduzzi la partita dei Lea doveva essere chiusa entro la fine del 2012. La Salute ha inviato a fine anno all’Economia un testo (VEDI ANTICIPAZIONE SU QUESTO SITO) che aggiorna i Lea per le malattie rare, prevede alcune nuove cronicità, introduce misure per le ludopatie e la gratuità per l’epidurale, ma è solo il primo passaggio: il percorso prevede ancora il parere delle commissioni parlamentari e l’intesa con le Regioni.
Legge «Balduzzi» (L. 189/2012, articolo 5)

STANDARD OSPEDALIERI

Da attuare il taglio dei posti letto a 3,7 per mille abitanti (di cui 0,7 per la lungodegenza) secondo il regolamento scritto da Salute ed Economia che le Regioni però subordinano a chiarimenti sulle risorse.
Il termine per il recepimento da parte delle Regioni dei nuovi standard è a metà 2013, mentre quello fissato per l’entrata in vigore del limite minimo di 60 posti letto per l’accreditamento delle struttue di ricovero private è gennaio 2014.
Spending review (L. 135/2012, art. 15, c. 13, lettera c)

IMMOBILI NEGATI AL SSN

Da gennaio 2014 gli enti del Ssn potranno acquistare immobili solo se ne saranno comprovate documentalmente indispensabilità e indilazionabilità attestate dal responsabile del procedimento. La congruità del prezzo previo rimborso delle spese dovrà essere attestata dall’Agenzia del demanio che pubblicherà i relativi dati sul proprio sito internet.
Delle predette operazioni è data preventiva notizia, con l’indicazione del soggetto alienante e del prezzo pattuito, nel sito internet istituzionale dell’ente.
Legge di Stabilità (L. 228/2012, art. 1, c. 138)

FONDO ROTAZIONE REGIONI

Per le Regioni in situazione di squilibrio finanziario che abbiano adottato un piano di stabilizzazione finanziaria viene creato un Fondo di rotazione con una dotazione di 50 milioni di euro: servirà a concedere anticipazioni di cassa per il graduale ammortamento di disavanzi e debiti fuori bilancio nonché a sostegno del piano citato. L’importo massimo sarà di 10 euro per abitante in rapporto alla disponibilità annua. I meccanismi saranno fissati con Dpcm su proposta Affari regionali-Economia d’intesa con la Stato-Regioni.
Legge di Stabilità (L. 228/2012, art. 1, c. 230)

NUOVI TICKET DA 2 MILIARDI

Dal 2014, su regolamento proposto da Salute ed Economia, saranno introdotte misure di compartecipazione alle prestazioni sanitarie, aggiuntive rispetto a quelle eventualmente già introdotte dalle singole Regioni. Queste ultime potranno ridurne l’impatto purché assicurino comunque, con misure alternative, l’equilibrio economico finanziario che dovrà essere preventivamente certificato dal Comitato verifica del rispetto dei Lea. Il risparmio stimato è di circa 2 miliardi l’anno.
Manovra bis Tremonti (L. 111/2011, art. 17, c. 1 lettera d)

Il Sole 24 Ore Sanità – 20 febbraio 2013

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top