Breaking news

Sei in:

«Il redditometro viola la privacy». Il tribunale boccia ancora una volta il Fisco

Ieri una seconda sentenza del Tribunale di Napoli ha ribadito le ragioni di illegittimità del redditometro. Un dispositivo emesso dal giudice Antonio Lepre (prima di lui si è espressa una settimana fa la collega Valentina Valletta) definisce il redditometro come uno «strumento con potere oltre quello dell’ispezione fiscale», quindi potenzialmente lesivo della privacy della persona.

La sentenza, datata 30 settembre, afferma anche che l’accertamento fiscale è «effettuato su parametri asettici e del tutto astratti e non su dati concreti».

2 ottobre 2013 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top