Breaking news

Sei in:

L’Onaosi e i suoi servizi per i figli e i sanitari non autosufficienti, intervista al vicepresidente Grasselli.

La Fondazione ONAOSI (Opera Nazionale per l’Assistenza agli Orfani dei Sanitari Italiani) ha come scopo principale sostenere, educare, istruire e formare i figli dei medici, dei veterinari, degli odontoiatri e dei farmacisti per consentire loro di conseguire un titolo di studio e di accedere al mondo professionale e del lavoro.
L’Ente eroga prioritariamente prestazioni in favore degli orfani dei sanitari e, in talune condizioni, anche dei figli dei sanitari in vita. Gli stessi sanitari contribuenti, in caso di necessità particolari, condizioni di vulnerabilità e non autosufficienza possono essere aiutati con vari provvedimenti. Aldo Grasselli, collega e vicepresidente ONAOSI ci chiarisce i dettagli.

CHI SI PUÒ ISCRIVERE AD ONAOSI? 

All’Onaosi sono iscritti per obbligo di legge i suddetti sanitari dipendenti delle pubbliche amministrazioni. I sanitari liberi professionisti possono iscriversi volontariamente nei primi 10 anni di iscrizione all’Ordine, passati 10 anni dalla prima iscrizione all’Ordine l’iscrizione volontaria a Onaosi è preclusa.

COME ONAOSI SUPPORTA LE FAMIGLIE DI UN SANITARIO DECEDUTO?

Tutti gli orfani dei sanitari contribuenti sono assistiti economicamente da zero a 32 anni dal momento del decesso del genitore sanitario e sino a 18 anni in caso sia mancato il genitore non sanitario. Nel primo caso, durante tutto il percorso formativo che si estende sino alla specializzazione (laurea di 6 anni più specializzazione di 5 per i medici) l’Onaosi copre tutte le spese di vitto e alloggio presso i centri formativi, assicura una settimana bianca e due settimane di vacanze estive presso i propri centri vacanza al mare e in montagna, copre le spese mediche e odontoiatriche necessarie, fornisce ogni aiuto allo studio utile a ottenere progressi scolastici o universitari. I centri formativi Onaosi sono presenti nelle città di Perugia, Milano, Torino, Bologna, Pavia, Padova, Napoli e Messina. In queste strutture gli assistiti sono accolti gratuitamente e hanno ogni servizio utile allo studio, allo sport, alla vita associativa, al divertimento e alla maturazione culturale. Percepiscono un sostegno economico annuale di base che può essere integrato da ulteriori premi e benefit legati al merito scolastico o universitario.L’Onaosi, inoltre, da qualche anno, ha dato vita collaborazioni di formazione internazionale e di eccellenza. I nostri assistiti hanno posti riservati e gratuiti nell’Università inglese di York e in quella americana di Yale che permettono occasioni di perfezionamento di livello elevatissimo. Anche a Perugia Onaosi ha sviluppato nuove forme di assistenza gratuita allo studio dando vita ad un Collegio Universitario di Merito (uno dei soli 50 che esistono in Italia) che apre opportunità lavorative di alto livello per i ragazzi più meritevoli in quanto la formazione di eccellenza che caratterizza queste istituzioni è molto selettive ma anche molto performante e garantisce ai laureati o agli specializzati opportunità di lavoro immediate tra le più ambite.

QUALI SONO LE AGEVOLAZIONI A CUI POSSONO ACCEDERE I FIGLI DEGLI ISCRITTI NON DECEDUTI?

Tutte le forme di assistenza economica e residenziale sono destinate agli orfani dei sanitari iscritti o agli orfani del coniuge del sanitario iscritto. Quindi, da alcuni anni, la famiglia del sanitario ha una doppia copertura assicurativa: sia in caso di morte del sanitario sia in caso di morte del suo coniuge. I figli dei sanitari iscritti che non hanno subito lutti tra i genitori non ricevono aiuti economici ma possono entrare nelle nostre strutture di alloggio per studio pagando una retta molto contenuta e condividendo tutti i servizi riservati agli orfani. Le possibilità di assistenza sono comunque molteplici e tarate sulle diverse condizioni economiche e di difficoltà delle famiglie e sono reperibili sul sito www.onaosi.it 

RECENTEMENTE AVETE AMPLIATO IL BACINO DI FAMIGLIE ASSISTITE ATTIVANDOVI ANCHE NEL CASO DI MANCANZA DEL CONIUGE DEL SANITARIO ISCRITTO AD ONAOSI

Abbiamo ritenuto che molte famiglie di sanitari si reggano su entrambi i redditi dei coniugi e che la perdita del coniuge determini spesso per il sanitario una caduta pesante del benessere familiare e delle opportunità di studio e successo dei figli. Abbiamo quindi chiesto ai ministeri vigilanti (Lavoro e Economia) di consentirci – nei limiti delle disponibilità di bilancio – di dare assistenza anche ai figli dei sanitari che hanno perso il o la coniuge. Questo intervento ha lo scopo di essere sempre più di aiuto ai nostri colleghi nelle fasi più dure della vita. I ragazzi sono, al momento, assistiti sino a 18 anni ma, vista la solidità del bilancio, stiamo pianificando di aumentare gli anni di assistenza sino al termine della laurea. Dobbiamo fare le valutazioni attuariali per vedere l’impatto nei prossimi anni e una volta verificata la sostenibilità riteniamo di deliberare questa ulteriore copertura assicurativa.

DAL 2013 SI SONO AGGIUNTI ULTERIORI CONCRETI SUSSIDI IN FAVORE DEI SANITARI CONTRIBUENTI IN CONDIZIONI DI NON AUTOSUFFICIENZA, CE LI PUOI DESCRIVERE?

Da sempre l’Onaosi ha avuto attenzione anche verso i colleghi non autosufficienti o inabilitati temporaneamente fornendo aiuti economici alle famiglie in difficoltà. Hanno inoltre titolo a tutte le prestazioni gratuite e agli interventi economici della Fondazione i figli di tutti i contribuenti dichiarati totalmente e permanentemente inabili all’esercizio della professione che risultino cancellati dall’albo di appartenenza. Per l’erogazione di contributi in denaro, per prestazioni non correlate al decesso del contribuente o all’insorgenza di invalidità maggiore del 74% del contribuente stesso, è necessaria la contribuzione all’Ente da almeno 5 anni.

MOLTI NON CONOSCONO L’ONAOSI E I SERVIZI CHE LA FONDAZIONE PUÒ DARE AI COLLEGHI, COME SI PUÒ MIGLIORARNE LA CONOSCENZA?

I nostri Ordini provinciali dovrebbero svolgere una funzione di collegamento tra i giovani iscritti e l’Onaosi. Nei primi 10 anni di iscrizione c’è sicuramente il tempo per mettere almeno una volta l’anno in contatto l’Onaosi con i giovani veterinari. Non è facile raccontare l’Onaosi del 1900 che assisteva solo orfani e che era quindi percepita con un qualche brivido negativo. Raccontare ciò che fa oggi l’Onaosi, e ciò farà nel 2030 e nei decenni seguenti per le famiglie dei sanitari, invece, è molto più facile perché punta ad aiutare le famiglie dei nostri colleghi in ogni fase di difficoltà e a fornire ai nostri figli un valido ascensore sociale attraverso la realizzazione intellettuale e professionale che li inserisca nel mondo del lavoro con la soddisfazione e il ruolo nella società che noi auspichiamo per loro. Sul sito Onaosi www.onaosi.it si possono trovare tutte le informazioni sulla Fondazione, sui servizi, sui centri, sulle iniziative, sulle convenzioni e i moduli necessari per iscriversi e accedere alle prestazioni. L’Iscrizione ad Onaosi parte da 35 euro l’anno per i giovani iscritti e sale al massimo intorno ai 200 euro per chi ha redditi elevati. Nel documento allegato si trova una tabella riassuntiva in merito.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top