Breaking news

Sei in:

Lutto nel mondo della salute, morto a Milano il Comandante dei Nas Cosimo Piccinno. Lorenzin: modello di uomo al servizio degli altri e servitore Stato

E’ morto la notte scorsa a Milano, dopo una lunga malattia, il generale dei Carabinieri Cosimo Piccinno, comandante dei Nas, Nuclei antisofisticazione e sanità. I funerali si svolgeranno lunedì a Melegnano.

“La notizia della morte del generale Cosimo Piccinno – dichiara il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin – è per me motivo di grande dolore. Con lui scompare una persona che ho imparato presto a conoscere, a stimare profondamente per la qualità del suo instancabile lavoro al comando del Nas, per il suo essere sempre disponibile nell’interesse del ministero della Salute e al fianco dei cittadini. Cosimo Piccinno, fuori da ogni retorica, così come nelle sue azioni e nei suoi comportamenti, con il suo rigore, il suo attaccamento alle regole e all’onore della divisa dei Carabinieri che, mi diceva, sentiva di avere cucito sulla pelle, ha rappresentato e rappresenterà sempre un modello di uomo al servizio degli altri, un vero servitore dello Stato. E’ mia intenzione dedicare un ricordo indelebile, intitolargli la sala dell’Auditorium della sede di Ripa, per fare conoscere il suo nome e la sua attività a tutti coloro che verranno al ministero della Salute negli anni futuri. A sua moglie e alle sue adorate figlie giunga il mio abbraccio più affettuoso”.

“Mi unisco a nome di Farmindustria e di tutti i colleghi delle imprese farmaceutiche al cordoglio della famiglia e dell’Arma dei Carabinieri per la prematura scomparsa del Generale Cosimo Piccinno. In questi anni abbiamo avuto modo di apprezzare il suo tratto umano, nel contempo rigoroso e cordiale”, afferma il presidente di Farmindustria, Massimo Scaccabarozzi. “Il suo impegno intelligente e determinato contro la contraffazione dei farmaci – ricorda – ha consentito di ridurre al minimo il fenomeno in Italia, Paese tra i più efficaci nel contrastarlo nell’Unione Europea. Battaglia analoga è stata affrontata con energia contro il crescente numero dei furti di medicinali. E tutto questo al fine di proteggere, con grande personalità e dedizione, la salute dei cittadini italiani. Esprimo le mie più sincere condoglianze alla famiglia e alle Istituzioni al cui servizio questa figura assolutamente indimenticabile si è esemplarmente sempre posta”.

BALDUZZI: GRANDE PERDITA – “Con la morte del generale Mino Piccinno l’Italia perde uno dei suoi figli più fedeli e intelligenti. Chi ha avuto la fortuna di lavorare insieme a lui e di condividerne le battaglie per la trasparenza e la legalità in settori delicati come il farmaco, l’agroalimentare, i dispositivi medici, lo sport e le dipendenze vecchie e nuove, ne ha ammirato la tempra di lottatore, la schiettezza di vita, il senso delle istituzioni”. Così Renato Balduzzi, membro del Consiglio superiore della magistratura e già Ministro della Salute nel Governo Monti, dopo avere appreso la notizia della morte del gen. Piccinno, comandante dei Nas. “Ai familiari, in particolare a Giulia e a Giovanna, all’Arma dei Carabinieri, e in particolare al Comando dei Nas, che Mino Piccinno ha amato e vissuto come una seconda famiglia, giungano il mio abbraccio e la mia preghiera”, conclude l’ex ministro.

COLDIRETTI: UN ESEMPIO – “Una grave scomparsa che lascia un vuoto profondo ma anche l’orgoglio per la sua famiglia e l’esempio per tutti noi, di una vita spesa a migliorare con successo il mondo che ci circonda”. Lo hanno affermato il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo e il Segretario generale Enzo Gesmundo in merito alla notizia della scomparsa del Generale Cosimo Piccinno, comandante dei carabinieri dei Nas, nel ricordare “il costante impegno per la trasparenza e la legalità che ha contribuito a fare dell’agroalimentare italiano un settore da primato per qualità, sicurezza alimentare ed ambientale”.

13 giugno 2015 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top