Sei in:

Malattia di Aujeszky. Sul Bur la delibera della Giunta regionale con cui viene definito il piano di controllo finalizzato all’eradicazione

E’ stata pubblicata sul Bur del 24 ottobre la delibera della Giunta regionale n. 1555 del 3 ottobre 2017 con cui  viene definito un piano di controllo finalizzato all’eradicazione della Malattia di Aujeszky sul territorio della Regione del Veneto.

Con Decisione di Esecuzione (UE) 2017/888 del 22/05/2017 la Regione del Veneto è stata inserita nell’Allegato II della Decisione comunitaria 2008/185/CE del 21/02/2008 quale territorio in cui si applicano programmi riconosciuti di controllo della Malattia di Aujeszky. Questo riconoscimento comunitario costituisce un primo grado per l’ottenimento della qualifica di territorio indenne dalla Malattia di Aujeszky di cui all’Allegato I della Decisione comunitaria 2008/185/CE del 21/02/2008.

Per inserire uno Stato membro o una Regione nel citato Allegato I della Decisione 185/2008/CE, il documento “Guidance to Commission Decision 2008/185/EC regarding additional guarantees in intra-Community trade of pigs related to Aujeszky’s disease and criteria for listing a Member State or a region thereof as free from Aujeszky’s disease or as having an approved disease control programme” prevede che:

  • In tutti gli allevamenti di suini, la vaccinazione sia stata proibita da almeno 1 anno;
  • Venga effettuato un piano di controllo per verificare che la malattia sia assente nelle popolazioni selvatiche (cinghiali) o che siano messe in atto misure di biosicurezza idonee a garantire che la malattia non passi dalla popolazione selvatica alla domestica;
  • Venga attuato un piano di sorveglianza a livello regionale che attesti che da almeno 3 anni la malattia non è presente negli allevamenti.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 1555 del 03/10/2017 (BUR N. 101 del 24/10/2017) – Programma di eradicazione della Malattia di Aujeszky nella Regione del Veneto. 

26 ottobre 2017

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top