Breaking news

Sei in:

Mobilità sanitaria. Regioni si accordano per compensazioni 2011

Accordo all’ultima Conferenza delle Regioni per la compensazione della mobilità sanitaria interregionale dello scorso anno. Definite in maniera univoca le prestazioni da porre in compensazione. Il testo dell’accordo.

 La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, nella riunione del 22 maggio, ha approvato l’Accordo interregionale per la compensazione della mobilità sanitaria (versione in vigore per le attività dell’anno 2011).

“Con il finanziamento dei Servizi Sanitari Regionali, basato su un modello di allocazione territoriale delle risorse con l’ attribuzione di quote pro-capite per ciascun cittadino residente e con il finanziamento delle strutture erogatrici con corrispettivi unitari per ciascuna prestazione – si legge nella premessa all’accordo – si è posta la necessità di compensare i costi sostenuti per prestazioni rese a cittadini in ambiti regionali diversi da quelli che hanno ottenuto il finanziamento pro-capite”.

La compensazione interregionale della mobilità sanitaria è stata inizialmente regolata dalle note del Ministero della Salute 100/scps/4.4583 del 23 marzo 1994, 100/scps/4.6593 del 9 maggio 1996 e 100/scps/4.344spec. del 28 gennaio 1997.

La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e la Commissione Salute hanno approvato in tempi successivi documenti che hanno integrato e modificato le citate note ministeriali.

Il nuovo accordo, al fine di porre in essere una procedura uniforme, definisce in maniera univoca le prestazioni da porre in compensazione e che dovranno essere documentate tramite modelli riassuntivi e i dati analitici in formato elettronico delle prestazioni erogate.

Le prestazioni in compensazione:

? Ricoveri ospedalieri e day hospital (flusso A)

? Medicina generale (flusso B)

? Specialistica ambulatoriale (flusso C)

? Farmaceutica (flusso D)

? Cure termali (flusso E)

? Somministrazione diretta di farmaci (flusso F)

? Trasporti con ambulanza ed elisoccorso (flusso G)

Vengono inoltre individuate le caratteristiche dei flussi informativi (tracciati record), stabiliti i tempi e le modalità di trasmissione dei dati, delle contestazione e delle relative risposte

quotidianosanita.it – 25 maggio 2012

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top