Breaking news

Sei in:

Monchiero (Fiaso): “Nuovo rinvio riparto mette rischio sanità pubblica”

Ancora rinviato il riparto delle risorse per la sanità che non compare nell’Odg della Stato-Regioni di oggi. “Per ora le Regioni stanno reggendo ma continuando di questo passo potrebbe verificarsi un blocco dei trasferimenti verso le Aziende sanitarie pubbliche”

“Stupisce e preoccupa che il riparto dei 108 miliardi del Fondo sanitario 2012 non sia stato nemmeno inserito nell’ordine del giorno della seduta odierna della Stato-Regioni. Un ritardo nell’erogazione delle risorse che dopo sei mesi sta generando danni maggiori del ventilato taglio di un miliardo e mezzo dello stesso Fondo che sarebbe all’origine del terzo rinvio dell’assegnazione delle risorse.”

A commentare il nuovo nulla di fatto è il Presidente della Federazione di Asl e Ospedali (Fiaso), Giovanni Monchiero. “Per ora le Regioni stanno reggendo ma continuando di questo passo potrebbe verificarsi un blocco dei trasferimenti verso le Aziende sanitarie pubbliche, che visti i problemi di cassa già esistenti metterebbe a rischio l’attività assistenziale stessa”, prosegue Monchiero. Che conclude: “Per ammissione dello stesso Documento Economico Finanziario del Governo, le risorse destinate alla sanità sono sottostimate, visto che contrariamente a tutti i trend legati all’invecchiamento della popolazione la spesa è diminuita ma il deficit permane. Segno che il nostro Servizio sanitario nazionale non ha bisogno ne’ di nuovi tagli, ne’ di blocchi più o meno mascherati dei finanziamenti”.

Quotidianosanita.it – 6 giugno 2012

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top