Breaking news

Sei in:

Monreale. L’ordinanza del sindaco: «Nessun animale nei parchi»

Il primo cittadino Filippo Di Matteo, al fine di salvaguardare le condizioni igienico-sanitarie e garantire il decoro urbano di Monreale, ha deciso di vietare l’ingresso per qualunque animale all’interno di giardini, fontane pubbliche e aree destinate ai bambini. Per i trasgressori è prevista una multa salata.

Con una nota ufficiale il Comune di Monreale informa in merito ad una recente ordinanza emessa dal sindaco Filippo Di Matteo: “Al fine di tutelare la pubblica incolumità in riferimento alla circolazione di cani, che vagano senza cautela sul suolo pubblico privi di guinzagli e museruole e nello stesso tempo per salvaguardare le condizioni igienico-sanitarie e garantire le condizioni di decoro urbano, l’amministrazione comunale ha emesso un’ordinanza al fine di porre rimedio a problematiche di sicurezza pubblica e igienico sanitaria”.

“Nello specifico è ordinato – prosegue il comunicato – ai proprietari e ai detentori, a qualsiasi titolo, di cani ed animali, di rispettare i seguenti divieti e prescrizioni comportamentali: è vietato introdurre e condurre i cani e qualunque altro animale, anche se custoditi, nei giardini e fontane pubbliche, nelle aree sistemate a verde, o destinate ai giochi per bambini; è fatto obbligo ai proprietari dei cani e di altri animali e alle persone anche solo temporaneamente incaricate della loro custodia e/o conduzione, di provvedere immediatamente all’asportazione delle deiezioni e alla pulizia del suolo qualora i suddetti animali sporchino le strade, le piazze, le corti, i portici, i marciapiedi ed i relativi riquadri delle alberature, gli attraversamenti stradali, gli accessi alle abitazioni, gli spazi prospicienti i negozi, i giardini pubblici e tutte le aree pubbliche in genere o luoghi aperti al pubblico nel territorio comunale; è fatto obbligo di utilizzare il guinzaglio e, ove sia necessario, anche la museruola, qualora gli animali possano determinare pericolo, danni o disturbo (è vietato il libero vagare del cane)”.

Infine le sanzioni: “Il proprietario o il detentore dell’animale è comunque responsabile di ogni azione del cane da lui condotto. La violazione delle suddette norme comporterà l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da €. 25,00 a €. 500,00 . Sono esentati dall’osservanza dell’ordinanza i non vedenti che utilizzano cani da accompagnamento appositamente addestrati”.

15 maggio 2013 – Asca

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top