Sei in:

Montecchio. Cagnolina azzannata in piazza da rottweiler e pastore tedesco. I proprietari: «Potevano attaccare un bambino»

Antonella Padda Azzannata da un rottweiler mentre passeggiava con il padrone. E la brutta avventura capitata a Caramella, piccola meticcia di 10 anni, nei giorni scorsi in piazza Carli a Montecchio e che ha subito gravi lesioni e numerose ferite. A raccontare l’accaduto sono i proprietari, i coniugi Olivo Paganin e Maria Piana, ancora molto scossi. «Stavo andando, come faccio tutti i giorni, all’area sgambettamento cani di via Giuriolo spiega Paganin -. Erano circa le 8.30 e tenevo Caramella al guinzaglio. Mentre mi trovavo vicino alla piazza ho visto arrivare improvvisamente un rottweiler e un pastore tedesco». I due cani, che a quanto pare sarebbero fuggiti dal giardino di un’abitazione della zona, si sono diretti verso la meticcia senza esitazione, con l’intento di attaccarla. «Ho fatto appena in tempo ad allontanare il pastore tedesco, che già l’altro cane si stava avventando sul collo della mia cagnetta, che pesa poco più di 4 chili. Ho urlato e allora il rottweiler ha lasciato il collo e ha azzannato la parte posteriore. E stato terribile». Le grida del pensionato e i guaiti della cagnetta hanno attirato dei clienti di un bar che sono usciti per dare una mano e liberare la meticcia. Nel mentre i due cani sono scappati mentre Caramella è stata trasportata d’urgenza da un veterinario, dove è rimasta due giorni, e poi è stata trasportata in una clinica per essere operata. «Ha avuto lesioni alla colonna vertebrale, al bacino e alle vertebre lombari – afferma Maria Piana – senza contare i morsi, le ferite all’occhio destro, al naso e alla bocca. Ancora non muove la zampa posteriore destra. La stiamo portando a Montegrotto per delle terapie. È un miracolo che sia sopravvissuta». Nei giorni scorsi Olivo e Maria, che intanto hanno speso oltre 3 mila euro per le cure, hanno fatto segnalazione al servizio veterinario dell’Ulss 8 Berica e presentato denuncia ai carabinieri di Montecchio, che si stanno occupando delle indagini per risalire ai proprietari dei due cani. «Non conosciamo i padroni – osservano i proprietari di Caramella – ma abbiamo fiducia nei militari dell’Arma». I coniugi non nascondono la preoccupazione, vista l’aggressività dimostrata dal rottweiler e dal pastore tedesco. «Cosa sarebbe successo se avessero attaccato i bambini che passano per andare a scuola oppure qualcuno che non può difendersi?». «Ci rivolgeremo ad un legale. Episodi del genere non devono ripetersi mai più». ·

Il Giornale di Vicenza – 16 marzo 2018

 

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top