Breaking news

Sei in:

Non solo vongole. Tutte le volte che la Ue penalizza il made in Italy. Così decide gli standard dei prodotti agroalimentari, stabilendo pesi, misure e contenuti

di Donata Marrazzo. L’Unione europea detta legge a tavola. Decide gli standard dei prodotti agroalimentari, stabilendo pesi, misure e contenuti. Ha ammesso il vino senza uva, quello in polvere o zuccherato, il cioccolato senza cacao, la carne annacquata. Il formaggio con il latte in polvere è storia recentissima. Ha vietato pajata e midollo (ormai sdoganati), imposto la registrazione dei semi nelle agenzie europee di varietà vegetali (“Plant Reproductive Material Law”).

Adesso tocca alle vongole: sono da buttare a mare quelle al di sotto dei 25 millimetri di taglia, in base all’articolo 3 del regolamento europeo 1967 del 2006 (che vieta appunto la raccolta e la commercializzazione di vongole con un diametro del guscio inferiore ai 25 millimetri).

Vai al servizio su Food 24

21 luglio 2015 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top