Breaking news

Sei in:

Bovini, nuovi approcci per screening trattamenti con promotori della crescita. La Regione finanzia progetto Università Padova

carne riesca promotoriCon la delibera 2154 approvata il 25 novembre scorso la Giunta regionale ha stanziato 90mila euro per finanziare la seconda annualità del Progetto di ricerca sui nuovi approcci genomici e proteomici per lo screening dei trattamenti con promotori di crescita nel bovino da carne in Veneto. Il Progetto è stato presentato dal Dipartimento di Biomedicina comparata e Alimentazione dell’Università degli Studi di Padova. Negli ultimi anni i progetti finanziati nell’ambito della ricerca di nuovi metodi per rilevare l’utilizzo di promotori della crescita ad azione anabolizzante nel bovino da carne hanno permesso di costruire una banca dati relativa agli effetti di tali sostanze sul trascrittoma di muscolo. Tale processo si è rivelato fondamentale perché ha permesso di avere un numero sufficientemente ampio di campioni e di rappresentare in maniera verosimile l’effetto della variabilità individuale.

In questo contesto si inserisce il Progetto di ricerca (descritto nell’allegato A), volto a sviluppare strumenti statistici e bioinformatici che permettano di effettuare una meta-analisi di dati provenienti da diverse perimentazioni, allo scopo di individuare biomarcatori stabili e robusti sulla base dei quali sviluppare un dispositivo (ad esempio un chip) da fornire agli organismi di controllo per l’effettiva applicazione in fase di screening.

In parallelo, i recenti progressi nell’ambito delle metodiche di biologia molecolare permetterebbero l’esplorazione delle potenzialità di nuovi marcatori epi(genomici), la cui caratteristica di stabilità (la metilazione del DNA può essere analizzata anche in campioni di tessuto prelevati dopo molti giorni dalla macellazione), permetterebbe di contribuire a garantire sicurezza e qualità dei prodotti a base di carne bovina (anche già confezionati) destinati al consumatore.

Per consentire una continuità con i risultati ottenuti, la Regione Veneto ritiene opportuno proseguire l’attività di ricerca  già prevista con la DGR n. 2862 del 28 dicembre 2012 che ha assegnato un finanziamento per la prima annualità del Progetto e che ha adottato uno schema di Convenzione per disciplinare i rapporti tra la Regione del Veneto e l’Università di Padova – Dipartimento di Biomedicina comparata e Alimentazione.

a cura Sivemp Veneto – 5 dicembre 2013 – riproduzione riservata

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top