Breaking news

Sei in:

Orsa muore nel parco d’Abruzzo uccisa dalla tubercolosi bovina. L’Ente: serve un regime più restrittivo per l’allevamento

Svelato il mistero dell’animale trovato agonizzante a Gioia dei Marsi nel marzo scorso. L’ente parco lancia l’allarme: serve un regime più restrittivo per l’allevamento di animali al pascolo

PESCASSEROLI. È stata la tubercolosi bovina la causa della morte dell’orsa trovata agonizzante, il 14 marzo scorso, in località Sperone di Gioia dei Marsi dalle guardie del Servizio Sorveglianza e soccorso dal servizio veterinario del Parco nazionale d’ Abruzzo Lazio e Molise. L’animale morì poche ore dopo. Lo dicono i risultati degli esami eseguiti dal Centro di referenza nazionale per la Medicina Forense Veterinaria dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Regioni Lazio e Toscana, con sede a Grosseto.

Dalle analisi è emerso che le lesioni principali riferibili a tubercolosi sono a carico dell’intestino e ciò depone per un’origine alimentare dell’infezione. L’orsa si sarebbe quindi alimentata di organi di bovini. «L’allarme, purtroppo inascoltato, dell’Ente Parco – si legge in una nota – in particolare riferito alla vulnerabilità dell’esigua popolazione di orsi, riguardo alla necessità di un’azione coordinata e più efficace in materia di prevenzione sanitaria, si è rivelato fondato e l’infezione massiva che ha causato la morte dell’orsa fa venire a mancare alla popolazione una femmina in pieno periodo riproduttivo. Non si può più indugiare nell’attuare un regime più restrittivo per l’allevamento di animali al pascolo, pena la potenziale scomparsa della popolazione di orso bruno più rara al mondo». Martedì 22 aprile, per mettere in atto le misure più urgenti per fronteggiare l’emergenza, in accordo con il sindaco e i servizi veterinari dell’Asl è convocata una riunione a Gioia dei Marsi di tutti gli enti coinvolti.

Il Centro – 19 aprile 2014 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top