Breaking news

Sei in:

Padova. Porta a spasso il cagnolino, assessore 25enne azzannato da un rottweiler

Passa davanti al cancello e viene assalito mentre difende il suo meticcio: suturato con 50 punti alla schiena e alla braccia. Una tranquilla passeggiata serale nel fresco della campagna, domenica sera, si poteva trasformare in tragedia per Fabio Miotti, venticinque anni venerdì prossimo, assessore del Comune di San Giorgio in Bosco (Padova), assalito e ferito da un rottweiler.

Una tranquilla passeggiata serale nel fresco della nel tentativo di difendere il proprio cane con cui era a passeggio, rimasto ferito anch’esso. Illesa la fidanzata Valentina, che era con Miotti.

Ferite alla schiena, al braccio sinistro e soprattutto al destro con una profonda lacerazione. In totale i medici del pronto soccorso dell’ospedale di Cittadella lo hanno suturato con ben 50 punti, dieci i giorni di prognosi, se non ci saranno complicazioni. Il fatto è avvenuto alle 22.30 di domenica lungo la strada che collega Sant’Anna Morosina di San Giorgio in Bosco, dove vive l’assessore, a Villa del Conte. Via Lucchetta è la toponomastica di San Giorgio in Bosco, per l’altro comune diventa via Strada Militare. Una zona dove la campagna ha ancora il sopravvento sulle abitazioni, in molte delle quali, è una tradizione, vi è almeno un cane.

Anche quella della famiglia di Luciano Ceron, propritaria del rottweiler che ha otto anni e che non ha mai fatto del male a nessuno. Hanno anche una meticcia, molto mansueta. Black, questo il nome del rottweiler, ha una catena di venti metri, un ampio piazzale dove stare, poi di sera viene lasciato libero in giardino. La stazza di una quarantina di chili è un deterrente per i malintenzionati (due i furti subiti dalla famiglia), ma l’animale non ha mai causato problemi. Ceron, commerciante di gelati, accoglie varie persone nel suo deposito e Black non ha mai aggredito nessuno.

Ma cosa è accaduto l’altra sera? Il figlio del commerciante esce di casa. Non attende la totale chiusura dell’ampio portone elettrico ed il cane, libero in giardino, esce in strada. Una via non molto trafficata e parzialmente illuminata. Sulla stessa strada stanno passeggiando Miotti, al guinzaglio il suo Rex, e la fidanzata. Una frazione di secondo ed il rottweiler è addosso al cane di piccola taglia: l’istinto naturale è la difesa del proprio territorio. Miotti afferra il suo cane per difenderlo ed è così che Black morde l’assessore: alla schiena, al braccio sinistro e poi al destro, che non lascia nonostante i violenti colpi al capo che Miotti dà per liberarsi dalla morsa.

Il cane desiste dalla presa solo quando il proprietario, accorso da casa dopo che la fidanzata aveva disperatamente suonato al campanello, si getta sul cane, bloccandolo anche con una catena. Anche il piccolo meticcio Rex dell’assessore resta ferito. Intanto viene tamponata la ferita a Miotti, che chiama con il cellulare il padre, il quale in auto lo porta al pronto soccorso di Cittadella. Viene sottoposto immediatamente a medicazione e profilassi. Le due famiglie si conoscono, per ora nessuna denuncia. Ma in molti ora si chiedono cosa sarebbe accaduto se davanti a quel cancello fosse passato un bambino.

Gazzettino – 9 luglio 2013 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top