Breaking news

Sei in:

Per il decreto semplificazioni sì definitivo alla Camera. Il testo

Sì definitivo dell’Aula della Camera al decreto legge in materia di semplificazioni. Il decreto è stato approvato in terza ed ultima lettura a Montecitorio. Il testo

Formalmente, si tratta della conversione in legge, con modifiche, del decreto 9 febbraio 2012, n.5 con disposizioni urgenti in materia di semplificazione e di sviluppo. Il provvedimento si compone di 75 articoli (dodici in più rispetto alla versione approvata dal Consiglio dei ministri), che puntano a semplificazione la vita a cittadini e imprese riducendo ad esempio gli adempimenti per l’avvio di una attività (vedi autorizzazioni, controlli e procedure di appalto) o a snellire i procedimenti amministrativi migliorando l’efficienza della Pa anche incentivando la digitalizzazione dei documenti. Molte le novità scorrendo le misure introdotte dal decreto. Leggi l’Abc del decreto del Sole 24 Ore

Il provvedimento accelera sulla digitalizzazione del Ssn. Nei Piani sanitari nazionali e regionali si privilegia la gestione elettronica delle pratiche cliniche, attraverso l’utilizzo della cartella clinica elettronica, così come i sistemi di prenotazione elettronica delle visite e offerta diretta di cure attraverso la telemedicina mobile.

Tra le altre novità in sanità, procedure più semplici di esenzione del ticket per i malati cronici. Le patologie croniche o malattie rare cui è associata l’esenzione dal pagamento di tutte, o di parte, delle prestazioni sanitarie, sono stabilite a livello nazionale. Tuttavia, non è fissata, per ciascuna esenzione, la durata: in molte Regioni i cittadini devono ripetere ogni anno gli adempimenti necessari per ottenere l’esenzione. L’emendamento al testo prevede che con un apposito decreto del ministero della Salute, d’intesa con le Regioni, venga definita la durata delle esenzioni. Verranno eliminati così gli adempimenti amministrativi inutili per i pazienti con malattie che non possono migliorare.

Per le semplificazioni a favore dei disabili, il Dl prevede anche che le attestazioni medico-legali richieste per le agevolazioni ai disabili (contrassegno invalidi, riduzione dell’Iva sull’acquisto di veicoli, esenzione dal bollo auto e dall’imposta di trascrizione al pubblico registro nei passaggi di proprietà) possono essere sostituite dal verbale della commissione medica presentato con la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà.

La cabina di regìa per l’agenda digitale – che sarà istituita con Dpcm – coordinerà gli interventi pubblici di Regioni ed Enti locali per l’attuazione dell’agenda e degli obiettivi da raggiungere entro il 2020. Tra questi c’è la realizzazione delle infrastrutture tecnologiche e immateriali al servizio delle comunità intelligenti (smart communities) che hanno come scopo di soddisfare la crescente domanda di servizi digitali in settori quali la mobilità, il risparmio energetico, il sistema educativo, la sicurezza, la Sanità, i servizi sociali e la cultura.

Si semplifica poi la scelta dei responsabili dei depositi che trattano esclusivamente gas medicinali. Il Dlgs 219/2006 prevedeva l’obbligo di una laurea in Farmacia o in Chimica o in Chimica e tecnologia farmaceutiche o in Chimica industriale. Il Dl autorizza anche i possessori di laurea magistrale in Biotecnologie industriali, Biotecnologie mediche, Ingegneria chimica e – se sono stati superati gli esami di Chimica farmaceutica e Legislazione farmaceutica – i laureati in Biotecnologie, Ingegneria industriale, Scienze e tecnologie chimiche e in quelle farmaceutiche. Ultimo requisito possibile è anche l’aver svolto per almeno 5 anni, anche non continuativi (ma dopo l’entrata in vigore del Dlgs 538/1992 di attuazione della direttiva 92/25/Cee sulla distribuzione all’ingrosso dei medicinali per uso umano) funzioni di direttore tecnico di magazzino di distribuzione all’ingrosso o di deposito di gas medicinali.

Semplificazioni anche per l’astensione anticipata dal lavoro delle lavoratrici in gravidanza: saranno direttamente le Asl s dare disposizioni (non più gli uffici del lavoro) con la possibilità di variare la durata: a) nel caso di gravi complicanze della gravidanza o di persistenti forme morbose che si presume possano essere aggravate dallo stato di gravidanza; b) quando le condizioni di lavoro o ambientali siano ritenute pregiudizievoli alla salute della donna e del bambino; c) quando la lavoratrice non possa essere spostata ad altre mansioni.

Queste le altre principali novità.

Ripristino Fondo “antidisgrazie”

La versione approvata del Dl 5/2012 ripristina il meccanismo che impone all’Agenzia delle Dogane di incrementare l’aliquota sui carburanti per reintegrare «in pari misura» risorse eventualmente prelevate dal fondo stesso per eventi imprevisti come le calamità naturali.

Cambi di residenza in tempo reale

I cambi di residenza saranno effettuati dalle amministrazioni in tempo reale, in modo da evitare disagi dovuti alle attese degli attuali tempi di rilascio. Velocizzate anche le procedure anagrafiche e di stato civile.

Carta di identità scadenza al compleanno

I documenti di riconoscimento scadranno il giorno stesso del compleanno. Anche in questo caso, si punta a facilitare la vita dei cittadini, che spesso non si accorgono per tempo della scadenza del documento.

Pa, solo comunicazioni on line

A partire dal primo gennaio 2014 nella Pubblica amministrazione saranno utilizzati «esclusivamente» i «canali e i servizi telematici» compresa la «posta elettronica certificata».

Organici della scuola

A partire dall’anno scolastico 2012-2013, gli organici degli istituti verranno fissati ogni tre anni «sulla base della previsione dell’andamento demografico della popolazione in età scolare» ma «nei limiti dei risparmi di spesa accertati» nello stesso settore Scuola. Fissato in 60 giorni dall’entrata in vigore della legge di conversione il termine per il varo delle Linee guida per il potenziamento dell’autonomia scolastica. In Monopoli di Stato, entro 180 giorni, dovranno invece verificare «la possibilità di emanare misure in materia di giochi pubblici utili al fine di assicurare maggiori entrate», da destinare sempre all’attuazione dell’autonomia scolastica.

Iban per pagare la mensa scolastica

Il Dl convertito introduce anche l’obbligo, per le amministrazioni pubbliche, di pubblicare sul proprio sito i codici Iban per consentire i pagamenti on line di multe, rette della mensa scolastica, ticket sanitari. La norma scatta entro tre mesi dall’entrata in vigore del decreto.

Imposta di bollo saldata via web

Il pagamento delle imposte di bollo potrà essere effettuato in via telematica anche utilizzando carte di credito e prepagate. Potranno così essere effettuati online tutti quei pagamenti che prevedono la marca da bollo e che fino ad oggi non potevano essere effettuati per via telematica perché vincolati ad una ricevuta cartacea.

Costi dello Stato, piano tagli in 90 giorni

Entro 90 giorni il Governo è poi chiamato ad adottare un programma triennale (2012-2015) per la riduzione degli oneri amministrativi che gravano sulle Pubbliche amministrazioni nelle materie di competenza statale. Con il programma triennale scatterà anche un piano triennale «per la misurazione e la riduzione dei tempi e dei procedimenti amministrativi e degli oneri regolatori, gravanti su imprese e cittadini, ivi inclusi gli oneri amministrativi».

ilsole24ore.com – 4 aprile 2012

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top