Breaking news

Sei in:

Per il «730» proroga al 16 giugno. Dpcm in Gazzetta ufficiale. In lista d’attesa anche il rinvio di Unico

È ufficiale la proroga per la presentazione del 730 al Centro di assistenza fiscale o al professionista abilitato. Il termine del 31 maggio, scaduto, si allunga infatti fino al 16 giugno. Mini differimento anche per gli adempimenti dei Centri di assistenza fiscale, Caf dipendenti, e dei professionisti abilitati, che beneficeranno di altri otto giorni di tempo.

Il termine del 30 giugno si sposta, infatti, fino all’8 luglio, nuovo termine per i Caf dipendenti e i professionisti abilitati per comunicare il risultato finale delle dichiarazioni e presentare in via telematica alle Entrate i modelli 730/2014 per i redditi del 2013.

A questo provvedimento dovrebbe fare seguito la proroga del modello Unico, in scadenza il prossimo 16 giugno, che dovrebbe essere decisa a favore dei contribuenti che hanno gli studi di settore.

I nuovi termini sono stati fissati dal decreto del presidente del Consiglio dei ministri del 3 giugno 2014, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale n. 127 di ieri. Come indicato nel preambolo al provvedimento, la proroga si è resa necessaria per le difficoltà riscontrate nel reperimento dei modelli Cud nella fase d’avvio dell’assistenza fiscale, nonché per l’incertezza che si è determinata in merito all’utilizzo in compensazione del rimborso scaturente dal modello 730 per il pagamento delle imposte comunali.

L’articolo 1 del Dpcm, che ha per titolo “differimento, per l’anno 2014, del termine per la presentazione delle dic hi a r a z i oni modello 730/2014 ai CAF dipendenti ed ai professionisti abilitati”, stabilisce che: 1 i contribuenti possessori dei redditi di lavoro dipendente, di pensione o assimilati, possono presentare il modello 730 e le schede per la destinazione dell’otto e del cinque per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche entro il 16 giugno a un Caf dipendenti o a un professionista abilitato, dottore commercialista, ragioniere, perito commerciale o consulente del lavoro, unitamente alla documentazione necessaria per eseguire le operazioni di controllo; 1i Caf dipendenti e i professionisti abilitati, nell’ambito delle attività di assistenza fiscale, provvedono entro il 24 giugno, a consegnare al contribuente copia del modello 730/2014 elaborato e il relativo prospetto di liquidazione; 1i Caf dipendenti e i professionisti abilitati provvedono entro il giorno 8 luglio a comunicare il risultato finale delle dichiarazioni e a effettuare la trasmissione in via telematica all’agenzia delle Entrate dei modelli 730 presentati.

Nel caso in cui il sostituto abbia operato delle rettifiche sulle dichiarazioni, devono essere presentati “online” sia i modelli 730 originari, sia i modelli che riportano le rettifiche eseguite.

I sostituti d’imposta devono tenere conto del risultato contabile delle dichiarazioni elaborate dai centri o dagli intermediari abilitati. Il debito, per saldo e acconto, o il credito che risulta dai prospetti di liquidazione delle imposte è, rispettivamente, aggiunto o detratto a carico delle ritenute d’acconto relative al periodo d’imposta in corso al momento di presentazione del modello 730.

Il Sole 24 Ore – 5 giugno 2014 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top