Breaking news

Sei in:

Pil, Italia ufficialmente in recessione. In un anno «bruciato» 2,5%

Vero e proprio crollo per il Prodotto interno loro italiano, sceso nel secondo trimestre del 2012 dello 0,7%, con un ribasso del 2,5% su base annua, registrando così, rispetto allo stesso trimestre dell’anno passato, il peggior dato dal quarto trimestre del 2009, quando la diminuzione era stata del 3,5 per cento. La variazione del Pil acquisita per il 2012 è quindi pari all’1,9 per cento.

Lo comunica l’Istat spiegando che si tratta della variazione annuale che si otterrebbe in presenza di una variazione congiunturale nulla nei restanti trimestri dell’anno. Con il secondo trimestre, speiga l’istituto di statistica diffondendo una stima preliminare, sono quattro i trimestri che hanno fatto registrare una contrazione consecutiva.

Secondo l’Istat, il calo congiunturale del Prodotto interno lordo nel II° trimestre 2012 «è la sintesi di una diminuzione del valore aggiunto in tutti e tre i grandi comparti di attività economica: agricoltura, industria e servizi». Il periodo considerato ha avuto due giornate lavorative in meno rispetto al trimestre precedente e una giornata lavorativa in meno rispetto al secondo trimestre del 2011. Nello stesso lasso di tempo il Pil è aumentato in termini congiunturali dello 0,4% negli Stati Uniti ed è diminuito dello 0,7% nel Regno Unito. In termini tendenziali, il Pil è aumentato del 2,2% negli Stati Uniti, ed è diminuito dello 0,8% nel Regno Unito.

Ilsole24ore.com – 7 agosto 2012

 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top