Breaking news

Sei in:

Premi e sanzioni: troppi no, l’esame in Conferenza unificata slitta al 18 maggio

1conferenzaregioniGovernatori e sindaci sul piede di guerra. Oggi in un doppio vertice del Governo con Regioni e poi con l’Anci sono emerse tutte le critiche delle amministrazioni locali al testo dell’ottavo decreto premi e sanzioni di attuazione del federalismo fiscale che prevede, tra le altre cose, il “fallimento politico” per i governatori e gli amministratori e il licenziamento di assessori alla Salute e manager delle Asl con i conti in default. Il decreto era previsto nel calendario della Conferenza Unificata di giovedì prossimo, ma il ministro per la Semplificazione Roberto Calderoli – alla luce delle diverse criticità segnalate da Regioni e Anci – ha deciso di rinviare l’esame.

Ora ci sarà tempo fino al 18 maggio per formulare degli mendamenti, data in cui verrà convocata una Conferenza Unificata straordinaria sul tema.

Sanita.ilsole24ore.com – 3 maggio 2011

Premi e sanzioni: l’esame del Dlgs in Conferenza unificata il 5 maggio

Approda giovedì 5 maggio in Conferenza unificata per il parere lo schema di Dlgs su premi e sanzioni approvato il 21 aprile dal Consiglio dei ministri. Nel testo del decreto cambiano i meccanismi per individuare i prezzi di riferimento per gli acquisti di beni e servizi da parte di Asl e ospedali. Questo Dlgs (il sesto sugli otto complessivi che attuano il federalismo fiscale) è tra i più spinosi per governatori, assessori alla Salute e manager delle Asl che – nel caso fosse approvato il testo così com’è – perderanno tutti il posto se non saranno in grado di far quadrare i conti di Asl e ospedali. Con l’articolo 9 del Dlgs – nuovamente limato – il ministero dell’Economia, insieme alla Salute, punterà a mettere un freno agli acquisti fuori ordinanza di beni e servizi sanitari e non.

In Conferenza Unificata poi ci sono anche altri provvedimenti che interessano il settore sanitario.

Tra questi il parere sullo schema di disegno di legge delega per l’istituzione e la disciplina della Conferenza della Repubblica e l’accordo sul documento «Linee di indirizzo per l’assistenza alle persone in Stato Vegetativo e Stato di Minima Coscienza», l’intesa sullo schema di decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, concernente il riparto del Fondo nazionale per le politiche sociali per l’anno 2011 e quella sullo schema di direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri concernente “indirizzi operativi per l’attivazione e la gestione dei moduli sanitari in caso di catastrofe” ai sensi dell’art. 5, comma 2, del decreto-legge 7 settembre 2001, n. 343, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 novembre 2001, n. 401.

In Stato-Regioni invece è prevista l’intesa sulla rideterminazione delle aliquote delle compartecipazioni regionali all’imposta sul valore aggiunto e dell’addizionale regionale all’Irpef e la compartecipazione regionale all’accisa sulle benzine, ai sensi dell’articolo 5, comma 2, del decreto legislativo 18 febbraio 2000, n. 56 – Anno 2010, il parere sullo schema di decreto del Ministro della salute recante: “Buone pratiche di sperimentazione clinica dei medicinali veterinari sugli animali” e quello sullo schema di decreto del Ministro della salute: “Istituzione di un elenco nazionale di valutatori per il sistema trasfusionale per lo svolgimento di visite di verifica presso i servizi trasfusionali e le unità di raccolta del sangue e degli emocomponenti”.

IL TESTO DEL DLGS SU PREMI E SANZIONI

Sanita.ilsole24ore.com – 2 maggio 2011

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top