Breaking news

Sei in:

Primo caso di peste suina africana nell’Ucraina occidentale. Dopo i recenti focolai nel Caucaso e in Russia, il 12 maggio la notifica all’Oie

Il 12 Maggio le Autorità sanitarie ucraine hanno notificato all’OIE il primo focolaio di peste suina africana (PSA). Il focolaio si è verificato nella città di Chmel’nyc’kyj, situata nell’Ucraina occidentale, nella regione storica della Podolia. Nella struttura dove si è verificato il focolaio erano detenuti 14 suini, di cui 7 deceduti.

La malattia è stata confermata mediante PCR dal Laboratorio nazionale veterinario. I restanti animali sono stati abbattuti e sono state messe in atto misure di controllo, tra cui l’istituzione delle zone di restrizione, la sorveglianza all’interno e all’esterno di esse, il rintraccio degli animali movimentati e il controllo delle movimentazioni all’interno del Paese.

L’epidemiologia della PSA è complessa ed è caratterizzata da cicli di trasmissione che coinvolgono il maiale domestico, il cinghiale, i suini selvatici Africani e vettori biologici: la malattia si trasmette oltre che direttamente da animale infetto ad animale sano, anche tramite zecche molli del Genere Ornithodoros e tramite l’ingestione di carne infetta cruda, nella quale in virus resta infettante da 3 a 6 mesi.

La PSA è endemica nella maggior parte dei paesi africani sub-sahariani, compreso il Madagascar. Recentemente è apparsa nel Caucaso (Georgia, Azerbaijan e Armenia ) ed in Russia. In Europa, la malattia continua ad essere endemica in Sardegna.

Fonte Izs – 16 maggio 2016 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top