Breaking news

Sei in:

Pssr: Azzalin (Pd), no al declassamento degli ospedali polesani

“L’ospedale di Rovigo non deve diventare una costola del polo padovano, ma deve essere fulcro della rete polesana, che continuerà ad articolarsi sulle strutture di Trecenta, Adria, Porto Viro e Santa Maria Maddalena e sulle nascenti strutture intermedie, che dovranno essere pubbliche e sulle quali terremo alta la guardia.

Spero, quindi, che le parole del presidente della commissione Sanità Leonardo Padrin siano state fraintese e che davvero non intendesse parlare di un simile ridimensionamento della sanità della provincia di Rovigo”. Il consigliere regionale Graziano Azzalin interviene all’indomani dell’assemblea dei lavoratori dell’Ulss 18 nel corso del quale il presidente della commissione regionale Sanità ha affermato che il futuro del nosocomio rodigino sarà di essere “struttura di appoggio a Padova”. “Sono ben cosciente – aggiunge Azzalin – delle difficoltà di ridisegno organico della sanità della nostra Regione, così come non sono certo così miope da negare che, per alcune specialità, è inevitabile una razionalizzazione, ma questa non deve certo tradursi in un declassamento dei territori marginali. La maggioranza che guida questa Regione è allo sfascio e, mai come in occasione del Piano sociosanitario, sono emerse divisioni e logiche di appartenenza territoriale. Il Polesine, ovviamente minoritario dal punto di vista numerico, rischia di divenire una sorta di capro espiatorio. Ma da parte nostra non subiremo in silenzio: non è rilevante il numero delle Ulss, ma la qualità e la quantità dei servizi offerti ai cittadini”. “Il 12 giugno il Consiglio regionale del Veneto inizierà a discutere il nuovo piano sociosanitario – conclude Azzalin – mi auguro che almeno in quella sede la maggioranza non continui a nascondersi e spieghi come intende ridisegnare la geografia della rete ospedaliera nella nostra Regione. Non fare questo significa agire in modo doloso e lasciare, com’è accaduto fino ad oggi, che la sanità veneta risponda a logiche che non sono quelle del mondo sanitario ma semplicemente quelle delle convenienze politiche”.

6 giugno 2012

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top