Breaking news

Sei in:

Quote latte, trend produttivo in calo ma resta rischio sforamento

A due mesi dalla fine della campagna lattiero casearia si continuano a fare i conti per evitare il rischio di sforamento delle quote. Agea ha pubblicato i dati produttivi del mese di gennaio 2013, secondo i quali a livello nazionale si registra complessivamente un +0,29 per cento nei confronti dello stesso periodo della campagna precedente (8.954.540 tonnellate contro 8.928.487) .

Un dato, però, in continua diminuzione rispetto ai numeri dei mesi scorsi (settembre +1,95 per cento, ottobre +1,50 per cento, novembre +1,11 per cento e dicembre +0,65 per cento). Tra l’altro, se si considera il solo mese di gennaio 2013, la produzione ha fatto segnare un -2,75% rispetto al 2012.

Resta il fatto che il rischio sforamento è ancora in agguato. Basta, infatti, superare di un solo kilogrammo la quota nazionale per incorrere nel super prelievo per tutti quegli allevatori che, superando il proprio quantitativo prefissato, non sono inseriti nelle priorità di restituzione. Questa è comunque la terz’ultima campagna lattiera in cui vige il regime delle quote che, secondo l’Unione Europea, sparirà nel 2015.

Coldiretti – 28 marzo 2013

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top